volevasi segnalare

Il nonnino Sartori che spiega che non si puo’ dire No alla guerra per il petrolio e pure No al nucleare. E dice pure – e c’ha ragione – che in Giappone si e’ trattato di un disastro sismico, non atomico.

 

E aggiungo io: la questione e’ davvero il sisma. Se per esempio fosse avvenuto in Italia lo stesso sisma, con le case che ci sono in Italia sarebbero morte centinaia di migliaia (qualcuno dice pure milioni) di persone anche senza averci centrali atomiche. E il disastro sarebbe stato anche in quel caso “sismico”, non certo “architettonico”.

 

Non e’ una questione tecnica che sono autorizzati a parlare solo i tecnici, e’ una questione di logica.

 

Ovviamente il disastro in Giappone non dimostra che l’atomica non e’ sicura al 100% (gia’ si sapeva, eh) ma dimostra che per avere dei rischi concreti serve avere nello stesso momento e luogo centrali nucleari vecchie di quarant’anni, il terremoto piu’ forte di tutta la storia, e un oceano davanti a te capace di generare un maremoto. Quindi – usando la logica – l’evento dimostrerebbe tutto l’opposto, e cioe’ la notevole (relativa) sicurezza del nucleare, piu’ che la sua pericolosita’. Poi uno dice: e vabbe’ la Merkel allora? Quelli sono tedeschi, sono precisi, e adesso rallentano pure loro sul nucleare, che sono tedeschi e precisi. Si ok, ci sono le elezioni pero’ in Germania, e pure da quelle parti come si dice, ha da passa’ la nuttata.

volevasi segnalare

Aldo Grasso mazzia tremendamente i Gialappi perche’ sottomessi alla regina della televisione di merda. Io dei Gialappi – che comunque seguo per via di maidiregf in certe cene davanti al pc – ho capito che sono catalizzatori di un pubblico snobissimo e bisognoso di foglie di fico,  per capirci quelli che “io sanremo lo guardo si pero’ con il commento della Gialappa’s che e’ tutta un’altra cosa”. (Ecco, sappiate che invece e’ la stessa identica cosa). Ma soprattutto, non capisco perche’ nessuno fino ad ora li abbia mai cazziati per il fatto che spesso si lasciano andare a commenti sulle concorrenti femminili, le quali diventano molto facilmente “balene” appena ingrassano di mezzo chilo davanti alle telecamere.

 

(ah, e poi a proposito di televisione di merda e responsabilita' connesse, segnalo questo)    

volevasi segnalare

Da ascoltare senza prestare attenzione al video – che distrae e anzi quasi infastidisce. Meglio sarebbe se la giornata fosse come adesso qui, di pioggia debole e nuvole alla crema grigia. Meglio sarebbe se foste possessori come me adesso qui di malinconia controllata e non molto grave. Quella che ci sguazzo dentro e coltivo da sempre, tanto che spesso vira improvvisamente nella goduria – certo lo so che e' perverso.  E un giorno o l'altro dovro' elaborare le parole esatte per spiegarla bene – soprattutto a quelli che incontro la sera che vogliono sempre uscire e sono contenti cosi', e ti dicono che a casa da soli non ce la fanno, e che a casa da soli insomma non si puo' stare due giorni di fila, e insomma dai vieni andiamo a ballare.

 

 

volevasi segnalare

Leggo di quella che vince il milione in televisione e allora cerco i video sul tubo. La signora praticamente sa tutto di qualunque cosa. Ma soprattutto: la signora e' laureata e disoccupata, e vive nel ricco Nord Italia.

 

Io prenderei questo caso e lo metterei come punto definitivo a tutte le discussioni e forum dove i laureati impugnano il titolo di studio e si lamentano di non avere un lavoro. Guardo il video sul tubo e intuisco perche' la signora possa non aver trovato ancora un lavoro a 43 anni. Che questo esempio venga preso come tenaglia che pizzica il culo a tutti quelli che si nascondono dietro il diploma. Che lo impugnano e poi dicono: eh, ma io c'ho questo! E poi a seguire qualcosa riassumibile in "gneee".  Ah poi certo, e' un Paese di merda se con la cultura non vai da nessuna parte. Puoi ripeterlo una due tre volte ma poi dopo la decima basta. Lo dice uno che si e' preso una laurea considerata (a torto) difficile. Tenaglia sul culo per costringerti ad uscire dall'angolo. Ecco cosa.

 

Ma poi: la signora parla di letteratura e arte e scienza e quellochevuoi con assoluta cognizione di causa. Poi senti parlare il marito operaio albanese in una ditta di mangimi per animali e capisci che con lui non parla di ne' di letteratura e arte e scienza e quellochevuoi, eppero' – questa e' l'impressione che rimane – pare una persona felice.

i gesti di certa gente

I gesti di certa gente vanno tradotti.

Prendi la foto con le tette di fuori di marinaberlusconi su Chi. Questa praticamente l’hanno fotografata nuda e pubblicata su di un giornale, un giornale che pero’ e’ suo. Un giornale dove decide lei cosa pubblicarci e cosa invece No.

E quindi – se la vedi da questa prospettiva – e’ come se avesse deciso lei di farsi pubblicare nuda. Cioe’ ha proprio deciso: il direttore le ha fatto vedere la fotografia di lei nuda, abbiamo questa ti piace? lei ha detto benissimo pubblicala, mi piace.

Dice: ma e’ pieno di femmine con le tette di fuori. Si’, ma A) spesso le foto sono rubate e non possono opporsi alla pubblicazione e B) nel caso dei calendari, servono a diventare famosi e fare qualche soldo. Questa ha appena messo da parte tipo 8 milioni giusto l’altro giorno, i soldi e la popolarita’ non le servono. Voleva proprio che la vedessero con le tette di fuori. In piccolo, sarebbe come se io mi fotografassi il culo e pubblicassi la foto qui sul blogghe e poi, a scanso di equivoci, ci scrivessi sotto: questo culo sappiate che e’ mio, mio di nomecognome, vi piace?

volevasi segnalare – se la legge lo permette allora ci provo

Quando al vulcano é scoppiato il brufolo sono rimasto a terra pure io. Tutto rimborsato, eh, pero’ mentre mi rimborsavano pensavo che in fondo non mi pareva giusto che dovessero rimborsare il biglietto per intero. Mi avessero chiesto di pagare una piccola penale, avrei pensato, insomma, il brufolo del vulcano non é colpa loro. Qua invece pagano tutto come fosse colpa loro. Oggi il capoccione di Rynair si incazza per quelli che hanno pagato 30 euro e ne vogliono 3000 di rimborso. Trovo simpaticissimi quelli che per colpa del vulcano vogliono pure il rimborso di vitto e alloggio.

volevasi segnalare

Libro appena finito, film appena visto. Libro molto sopra al film per lunghezza e intensità di piacere. C’è gente in giro che scrive bene. Epperò ne sto accumulando troppi, di libri, e non so come fare per il prossimo trasloco. Poi uno dice Kindle, ma resta meglio la carta. No, no, no, tifiamo la carta. Forse tra un anno cambio idea. Il senso del film sarebbe – questo mi è parso di capire e pure alla Meisje – che non è facile, o forse non serve, comportarsi da persone per bene.

 

volevasi segnalare

“se avesse vent’anni, lei, cosa farebbe?” 
“me ne andrei all’estero.”  
“non proverebbe a cambiare l’Italia?” 
“ci ho provato per lungo tempo. ho qualche difficolta’ a credere che si possa cambiare da soli. tutto avviene per piccoli gruppi. i cambiamenti devono coinvolgere gruppi molto consistenti; se non si raggiungono queste dimensioni é difficile cambiare. é un miraggio che qualcuno, o un elite, spesso anche marginalizzata, possa creare un cambiamento di quelli significativi..”  
“qual’é il cambiamento che potrebbe aiutare?”  
“un cambiamento fondamentale sarebbe quello di premiare la gente per quello che vale”