il babbo degli sbrodeghezzi è sempre incinto

Cosa succede se fai cagare il tuo cagnolino sulla superficie di un lago ghiacciato?

L’ho scoperto ieri, e tra l’altro era la prima volta che ci camminavo, sopra ad un lago ghiacciato. Mentre facevo i primi passi già credevo di sprofondarci dentro, nell’acqua ghiacciata, e di morirci ibernato, nel lago ghiacciato. Qualcuno avrebbe tirato fuori la sua telecamera e mi avrebbe filmato mentre subivo la trasformazione in un ghiacciolo al sapore di carne umana. Poi avrebbe mandato il filmato a Real Tv, e lì avrebbero commentato : ecco, lo vedete il  pirla che cammina sul lago ghiacciato, incurante del pericolo?

Ecco, lo vedete? 

Ma dicevo della cacca di cane.

Se ci porti il cagnolino, ma meglio ancora un cagnolone, e se il cagnolone in questione decide di produrre uno stronzetto proprio nel mezzo del lago ghiacciato, ma meglio ancora uno stronzone, il risultato è che la cacchetta, essendo calda fumante, fa sciogliere il ghiaccio sottostante.

Si scioglie quel tanto che basta a far sprofondare lo stronzetto al di sotto della superficie ghiacciata. Quindi l’acqua che a questo punto ricopre lo stronzetto, ghiaccia nuovamente. Il risultato finale è che si trovano degli stronzetti di cane- si suppone che siano di cane- praticamente incastonati nel ghiaccio. Come in vetrina. Come in una confezione regalo col cellophane che li avvolge. Stronzetti confezione regalo. Stronzetti da collezione. Stronzetti in pacco formato famiglia. Formato convenienza.

Va bene mi fermo.

Perché l’altro giorno mi si diceva, mentre la birra scorreva e scorreva: va bene Rafeli, ma tu scrivi scrivi, ma alla fine cosa scrivi? Cioè alla fine- mi si diceva –  tutte queste parole, che senso c’hanno? Dove vuoi arrivare? Dov’è il significato? Dov’è il contenuto? Eh, Rafeli ? Non arrivi da nessuna parte, Rafeli, non dici niente.

A questo punto mi vengono in mente tre cose:

Prima Cosa che mi viene in mente : è tutto vero, è proprio così. Però lo stesso c’ho una voglia di scrivere un post sulla pallina di cotone che mi si forma nell’ombelico. Sarebbe uno sbrodeghezzo niente male.

Seconda Cosa che  mi viene in mente: io mi scopro assorto e meravigliato davanti ad un pezzo di cacca incastonato nel ghiaccio.Sono un pinguino grasso che si guarda l’uovo. E sono contento di me stesso.

Terza Cosa che mi viene in mente: la verità è che sto divagando, la sto prendendo alla larga, perché se adesso avessi davvero coraggio, mi dovrei mettere a scrivere di Lei.

E invece No.