la tristessa

La tristessa per l’evento politico freschissimo è tale che non c’avresti nemmeno le parole sulle dita per metterle sul blogghe, ma poi succede che scrivi lo stesso. La tristezza che poi non è solo tristezza, arrivati a questo punto diventa quasi Preoccupazione per tutti gli amici e i parenti che sono lì dove succedono tutte ste cose. Come venire a sapere di un terremoto che ha sgretolato le case di un paesello dove ci abitano persone a cui vuoi bene. Non è che puoi pensare Chissenefrega, io qui non c’ho Mastelli e Gasparri a cui dar retta. Non è che puoi pensare la monnezza è lontana, la puzza non arriva fino a qui. Anche da lontano ci sono pensieri amarognoli e previsioni catastrofiche con le quali scendere a patti.

E poi fatemi capire: quest’uomo ha solo 59 anni?

16 pensieri su “la tristessa

  1. ma che tenerezzza ci sono ancora persone che si appassionano cercando di far capire che il bene sta da una parte, il male dall’altra.persone che si affannano a spiegare che “mannaggia prorpio ora che potevamo iniziare a raccogliere i frutti di 20 mesi di sacrifici…” ma per favore..l’unica cosa da fare sarebbe di andare a votare SCHEDA BIANCA… siete giovani..si vede… io pure sono giovane..ma mi sono accorto che viviamo SOTTO al cielo..IL NANO PELATO non è il male, Mastella nemmeno lo è..SONO TUTTI UGUALI!!!Destra, sinistra, sopra sotto..e ve lo dice uno che sa cosa accade dentro le auto blu..e non si limita ad andare applaudendo come un pecorone questa o quell’altra bandiera..sono tutti dei farlocchi!sarà qualunquista, ma non ci sono politcici onesti o disonesti..sono tutti allo stesso paro.. conosco ragazzi in gambissima, valorosi e validi..una volta entrati in politica sono diventati esattamente come gli altri… le mi espereinze, si vede, sono state molto diverse dalle vostre..comunque voi continuate cosi..cambiatela voi questa situazione.. mi auguro che mi facciate cambiare idea..e non di sbattere i denti contro la VERA realtà…

  2. la vera catastrofe è constatare che viviamo in un paese in cui chi siede in parlamento lavora solo pro panza sua.
    che si sia di destra o di sinistra non si può non rimanere schifati davanti a chi tira fuori bottiglie al senato e brinda alla caduta del governo, o mangia mortadella, o sputa a chi non la pensa come gli altri. povera italia..
    sandra

  3. anonimo uno: quindi, proponi l’anarchia?
    certo che da uno che si chiama strano, che ti aspetti? che si mangi la mortadella in parlamento!
    e da uno che si chiama barbaro? che picchi un altro, ovvio. quanto meno sono coerenti coi loro cognomi.
    non so proprio che faremo adesso. io non lo rivoglio il nano bastardo.

  4. Mi hai scioccato la notizia dei 59 anni O_O

    E non ho capito l’anonimo a chi si riferisce e cosa significa quel “ve lo dice uno che sa cosa accade dentro le auto blu..”

  5. “ma che tenerezza!” ????
    ahò, ma questo “giovine” ne ha viste di cose!!! ha visto anche dei ragazzi (virgulti) “valorosi” appiattirsi una volta sedutisi nel transatlantico!!!
    guarda che anche io li ho visti, li vedo tutti i giorni quelli che si arrendono e si uniformano e lasciano, come te, che siano gli altri a spalare merda….bravo!
    aspettiamo che sia sempre il vicino a tirarsi su le maniche perchè noi nel frattempo ci siamo stancati anche solo di guardare! not in my backyard…come la storia della monnezza. Solidarietà “0”. Sono orgogliosa che la mia città sia tra le uniche che ha messo a disposizione i propri termovalorizzatori. Anche se sono qui vicino. E sono fiera di alzarmi e affrontare la giornata in modo diverso dalla tua.

  6. Sono stanco, sia di chi per interessi personali fa accadere cose che hanno ripercussioni su una intera popolazione, fregandosene amaramente e stappando bottiglie di champagne, sia di chi come l’anonimo n. 1 fa il qualunquista a voce alta, gonfiandosi come un pavone di frasi fatte e senza una meta. Ok tutto quello che dici potrebbe anche essere vero, ma quindi? qual’è la tua opinione in merito? Cosa proponi, visto il tuo spirito critico, come concetto alternativo a quello che denunci?
    Io personalmente non vedo altra soluzione a quella di spingere ancora un pò verso il basso questo paese, facendogli toccare veramente il fondo, per risvegliare un pò di orgoglio nei cittadini Italiani. In una situazione come questa, alle prossime elezioni si dovrebbe far in modo di non raggiungere il quorum, per dimostrare in maniera chiara, che sia il nano pelato, che il ciocciobombo in biciclietta, come anche SuperWalter non ci rappresentano e continuare a non andare a votare fino a quando non faranno spazio e gente veramente nuova.
    Almeno io una cosa l’ho detta…
    PENSIERILAIT

  7. sono d’accordo con il n.12:boicottare le elezioni finchè sono sempre gli stessi che si spostano da una sedia all’altra della tavola, riempiendosi la pancia.Cri

  8. Infatti non c’è.
    altrimenti è chiaro che sarebbe meglio astenersi in massa! Ma basta una quota talmente minima degli aventi diritto che non ha senso pensare al “non voto” come “voto di protesta”. La cosa giusta sarebbe avere una buona legge elettorale, che consentisse di non candidare i partitucoli dell’ultim’ora e di eleggere nominalmente anche il premier (e il suo programma). Insomma, bisogna battersi per il referendum!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...