insomma, voglio dire

Andare a vedere una camera in affitto e trovarci una nigeriana pure simpatica che ti fa capire che la camera se la voglio è senza arredamento ma anche senza termosifone, e che se pure ti compri il termosifone poi ti devi fare il contratto del gas, ecco, tutto questo, diciamolo, può costare molto.

Consumare il pranzo davanti al computer che vuoi fare vedere quanto sei bravo a finire il lavoro entro il pomeriggio e il panino che ti si incolla sul palato e per un istante credi di morire – già vedi gli articoli sul giornale – morto per un panino al salame, sto salame – e poi invece scampare la morte, ecco, tutto questo può costare molto. 

Tornare a casa la sera e capire che il corridoio del tuo palazzo puzza nei giorni pari di polpette e marijuana e nei giorni dispari di spezie musulmane e ascella asiatica, ecco, tutto questo può costare davvero molto. 

Però. 

Però vedere la faccia del tuo collega James Blunt quando gli mostri le immagini della guerra della monnezza nel tuo Paese, e vedere l’interrogativo enorme sulla sua faccia, e tu che ti senti un profugo scampato alla guerra civile con i proiettili che ancora ti inseguono le natiche, ecco, tutto questo, non ha prezzo.

Sigla.

9 pensieri su “insomma, voglio dire

  1. la cosa che più mi sorprende però in tutto questo non è il panino assassino, nè tanto meno le stesse identiche sensazioni…
    è che non capisco come mai nei giorni dispari non ci sia odore di marjuana…

  2. raf, ma vivi ad amsterdam o in un’altra città? gli affitti sono cosi cari? affittare un appartamento è proibitivo? cmq dai tieni duro che tu sei bravo. ciao :))
    Francesco.

  3. E’ solo questione di tempo, aspetta che finalmente l’Italia arrivi a toccare il fondo (fame vera, gente impazzita, guerra civile intendo…) e poi cominceremo a risalire e vedrai, tra una decina d’anni come starà l’Italia…bisogna avere fiducia e pazienza no? Non si dice così?
    PENSIERILAIT

  4. anche qui la gente mi chiede delucidazioni su quello che succede a napoli..ma che ne so io? napoli è in italia? no, sul serio, ho come l’impressione che il problema venga trattato come se non fosse dentro del nostro Paese, ma fuori. una cosa del genere qui avrebbe fatto cadere molte teste, invece pare che ministri italiani sindaci e compagnia bella siano ancora al loro posto.
    boh

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...