consigli per gli acquisti

Ah, che bello, finalmente una nuova scusa per spendere soldini: la cornice digitale. Coi negozi pieni di roba che già ce l’hai, che se pure ti impegni a trovare qualcosa di nuovo da regalare non la trovi, qualcuno doveva inventare la nuova cazzatina per risollevare gli istinti predatori natalizi, e porca miseria ci sono riusciti. La cazzatina è pronta si prevede che se ne impacchetteranno a migliaia nei prossimi giorni. Se ne sentiva proprio il bisogno, no? Io personalmente continuavo a girare per casa non sapendo proprio dove infilare le mie foto digitali per farle vedere agli amici. Ma adesso per fortuna il pericolo è scampato. Fiuuu, che paura, guarda, c’è mancato poco che mi trovassi con una scheda di memoria in mano senza sapere dove andarla ad infilare. Che me la sarei infilata in bocca e l’avrei masticata per lo spavento, guarda. Fiuuu.

Per il resto. 

Appena finito di leggere questo libro, lo si consiglia caldamente e (al contempo) si ammette che se ne subiranno le conseguenze stilistiche negli scribacchinamenti miei prossimi venturi. Ma 369 pagine sono solo per quelli che si affezionano ai personaggi di carta e non vogliono essere abbandonati dopo soltanto tre sere di lettura. Avvertimento.

22 pensieri su “consigli per gli acquisti

  1. e magari ora viene fuori che in “modi per investire i soldi” la tua cornice digitale batte il mio bistrattato vascello??

    (saluti anche dal caro Bob Kennedy che come oggi certo saprai è proprio un “personaggio famoso assassinato con la B”)

  2. Pensa io, che proprio l’altro ieri ho dovuto lottare, per convincere la mia donna che no, la cornice digitale, proprio non serve a niente…
    Pensa tu!
    compare, ci si vede al paesello per le festività?

  3. era terribilmente supponente, col suo tono di superiorità ingiustificato. non mi è poi sembrato scritto “particolarmente” bene poi e di tutte le cose che raccontava non ce n’era una che mi interessasse

  4. io la cornice l’ho avuta in dono al mio compleanno a luglio, è chiusa in un cassetto perchè mi sembra di sprecar corrente e tenerla sempre accesa, e spenta non è che serva a un granchè

  5. mi spiace per lise…ma devo spezzare una lancia in favore di eggers. sono d’accordo che i suoi romanzi sono spesso troppo egoriferiti e hanno le strutture un pochino monche (“conoscerete la nostra velocita” e’ il piu’ debole, secondo me) ma nei racconti brevi e’ molto bravo (vi consiglio “how we are hungry”) e, soprattutto, ha fatto tantissimo per un sacco di scrittori e di graffii emergenti con la sua McSweenies. Mc Sweenies e’ uno dei progetti letterari piu’ interessanti che c’e’ in giro e grazie a Eggers sono state riconosciute tante penne pazzesche, tra cui mostri come A. Homes.

  6. a me non è piaciuta neanche la homes, ma a parte questo, io non ho niente da dire su mcsweenies per carità, ma non è che se uno è bravo a fare una rivista letteraria allora questo lo rende un buon autore.
    poi per carità, ho semplicemente dei gusti diversi dagli altri

  7. ci mancherebbe!
    affascinante come i gusti possano essere cosi’ diversi…pensa che per me “this book will safe your life” e’ il miglior libro dell’anno scorso!
    Ti immagini se tutti leggessero le stesse cose..che mondo terribile!

  8. lise:
    sai cosa? credo sia questione epidermica e di sensibilità. certi libri piacciono tanto oppure per nulla. difficile che ti facciano restare indifferenti. mi piace avere qui punti di vista diversi. A me interessano certe strategie narrative e “sorprese” nella prosa che sono affascinanti dal punto di vista tecnico. E innovative. Nella lettura poi possono essere pesanti, lo posso capire. Ma lui mi ha davvero “aggiunto” qualcosa con quel libro.

    Nuriape:
    lo conosci molto meglio di me, suggeriscimi il prossimo titolo, allora.

  9. la consigli, l’opera di un formidabile?
    io lo lessi d’un fiato (fiatone) ma non mi sentirei di consigliarlo: a parte le scivolate nel corridoio a piedi nudi coi calzini, non mi è rimasto niente.

    Ah sì, mi è rimasta la sensazione che i corsi di scrittura creativa ti imparano a scrivere molto anche se non hai niente da dire. O poco. Lui non è che avesse molto. Mi pare.

    waki slogata (ahi)

  10. leggi anche l’ultimo “erano solo ragazzi in cammino”, è un libro che ti segna la vita, io l’ho letto quest’estate e ne ho comprate cinque copie da regalare a natale.

  11. rafaeli: so che molta gente è rimasta colpita da Eggers, tant’è che sono finita a leggerlo proprio perché da tante parti mi arrivavano affermazioni entusiastiche. e per tante parti non intendo quelle che solitamente guardo con sospetto perché si entusiasmano davanti a libri che io non toccherei nemmeno in libreria.
    ciò detto a me ha lasciato solo la sensazione di tedio e tempo buttato, più l’idea che fosse un libro che piace di più agli uomini che alle donne, benché in questo ci siano amiche che mi hanno smentita.

  12. raf, diciamo che per collegarmi a Lise, il tempo a leggere il tuo blogghe non lo considero tempo buttato.
    Anzi, soprattutto quando non hai niente da dire mi sembra tempo speso bene 😉

  13. concordo con waki. poi, visto che il secondo romanzo di eggers gia’ (scusa la tastiera inglese) te l’ha consigliato laPitta, perche’ non dai un’opportunita’ anche alla Homes, scoperta da lui? A lise non e’ piaciuta, a me piace invece piace un sacco. sarebbe bello avere una terza opinione. Fra i suoi il mio preferito e’ This book will save your life. Non saprei il titolo in Italiano ma non dovrebbe essere molto diverso. Da voi gli altri suoi libri sono editi dalla Minimum Fax, immagino quindi che lo sia anche questo.
    Poi dici, eh?

  14. this book will save your life: quello con le ciambelle in copertina? l’ho sbirciato in bus verso l’Aja.

    rafeli sloggato.

  15. sottoscrivo il commento di waki, e faccio l’affermazione più politicamente scorretta di tutto il blog: adoro le cornici digitali, ho sperato per tutto il tempo che me ne regalassero una e invece nisba.

    in compenso l’hanno regalata a mia sorella, a mio zio e addirittura al mio dentista.

    mondo crudele.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...