eddai

Il Professor Celli – che era stato su questo blogghe qualche settimana fa – pubblica una lettera invitando il figlio ingegnere a lasciare l’Italia che tanto in Italia, cosa vuoi fare in Italia, mentre all’estero puoi trovare un posto “dove ha ancora un valore la lealtà, il rispetto, il riconoscimento del merito e dei risultati”. Ovviamente si scatena il vespaio nei commenti, che ora sono piu’ di 2000. Ma io dico, Celli, gia’ e’ difficile stare all’estero, se vi mettete pure voi a fare tutta sta pubblicita’ su quanto e’ bello stare all’estero (bello?) poi si riversano tutti fuori e tutti gli uffici di HR del mondo saranno pieni di CV italiani. Sommersi. Diranno, ah italiano! Siete voi quelli con la merda fino alle narici, vieni vieni qui che ti offro un bel contrattino striminzito che tanto lo so che o lo accetti o te ne torni al tuo paese a inspirare merda dalle narici! Come i rumeni nei campi di pomodori foggiani ci fate finire se fate tutta sta pubblicita’ all’estero. Ah, Si’ certo, e’ una provocazione, che’ magari tu lettore bellicoso sei arrivato fino a questa riga di lettura e gia’ pensi a come commentare. E’ una provocazione, stai buono, lettore bellicoso.

Annunci

5 thoughts on “eddai

  1. Seguo il tuo blog da tempo e non mi perdo nemmeno un post grazie ai fidi feed rss. Trovo che sia un blog intelligente, divertente, interessante, pieno di spunti.

    Questo post, però, è l’emblema del tuo solito cinismo spacciato come lucida conoscenza di come girano le cose nel mondo.

    Immagino che dirai che "no, ti pare?", ma a volte -perdonami se sono così cattivo!- ho come l’impressione che quasi ti diverti e "ci sguazzi", raf, in questo tuo "attaccare" i laureati specializzati e disoccupati (vedi: post di un mesetto fa) o nel tuo schernire elegantemente i ragazzi semi-disperati from Italy che magari adesso stanno pensando e ambendo a una vita all’estero (vedi: questo post) allo stesso modo -immagino- di come hai probabilmente fatto tu prima di lasciare l’italia.

    C’è una specie di compiacimento da parte tua che è davvero antipatico.

    E forza moro.

    martino

  2. gia’ noi expat dobbiamo stare il doppio attenti a quello che diciamo sull’italia, che’ risultiamo subito antipaticissimi, figuriamoci con un post cosi’ cosa ti aspetti? un mazzo di fiori? la vedo dura… 🙂

  3. Matrilineare: grazie

    Martino: e meno male che ho messo il disclaimer!

    Nonsisamai: certe volte devo difendere l’Italia dai commenti di quelli che ci vivono, in Italia. Per dire.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: