ho sperato che tutta la facoltà crollasse al suolo in un istante

Ho sperato che tutta la facoltà crollasse al suolo in un istante, ma vedevo che i muri restavano dritti e non avevano alcuna intenzione di crollare.
Ho sperato che un terremoto spazzasse via tutta la facoltà, e mi sarei potuto accontentare anche di una tromba d’aria come quelle che si vedono nei telefilm, di quelle tempeste che scoperchiano i tetti delle case e fanno volare via le persone a centinaia e centinaia di chilometri di distanza. Una bella tempesta violenta che facesse volare via me, i professori, il preside e gli altri laureandi che erano lì ad aspettare il verdetto con il sottoscritto. Ho immaginato che una piovra dai mille tentacoli facesse il suo ingresso dalla finestra in Aula Magna, per staccare la testa al preside che stava per pronunciare alcune parole che non mi andava di ascoltare. Ho pensato che fosse tutto un sogno ma la puzza di sudore che avvertivo attorno a me era assolutamente concreta, reale. Ho sperato che uno di quei meteoriti che alla tivvù dicono sempre che stanno per caderci sulla testa, decidesse di cadere sulle nostre teste proprio in quel momento. Ho immaginato il giornalista in collegamento dal luogo dell’impatto del meteorite indicare il cratere e dire nel microfono “e pensare che qui, fino a ieri, c’era una facoltà!”. Ho sperato che la procedura prevedesse – come accade per i matrimoni – quel momento in cui si chiede “se qualcuno ha qualcosa in contrario parli ora o taccia per sempre” così da poter alzare il braccio e dire Io! Io ho qualcosa in contrario! Io! 

Ho aspettato e sperato, ma purtroppo niente crepe nei muri, niente terremoti, niente piovre dai mille tentacoli.

E quindi – in mancanza di impedimenti – due giorni fa qualcuno ha deciso di proclamare il sottoscritto – contro ogni logica terrena – dottore in medicina veterinaria col voto di centodieci e lode in una cornice di genitori lacrimanti e batti batti le manine. Tutti gli eventi conseguenti a questo fatto saranno (forse) narrati più avanti. L’unica cosa da dire adesso è un grazie bello grosso a chi c’era, ché sono stati loro a farmi sentire molto ma molto più importante di quello che sono.

E per il resto, qui si stanno ancora raccogliendo i cocci dal pavimento.

40 pensieri su “ho sperato che tutta la facoltà crollasse al suolo in un istante

  1. +prima di tutto bravo!+

    poi mi piacerebbe sapere cosa avresti detto se qualcuno avesse chiesto: “se qc. ha qualcosa in contrario parli ora o taccia per sempre”…

    ma che avresti voluto dire?

    e perché avresti voluto la facoltà distrutta?

    ho capito che non te la vuoi “tirare”… e va bene… ma è solo per fare l’alternativo che hai scritto un post con questo tono, o hai qualcosa di intelligente e di veramente alternativo da commentare nello sperare la facoltà distrutta proprio il giorno della laurea?

    non capisco se ti dispiace che sia finito un ciclo… o cos’altro???

    un tuo affezionato lettore non da molto… dai famosi tabaccai… ma mi sono andato a rileggere molto dei tuoi post passati

    (e speriamo che adesso che sei laureato tu non smetta di scrivere qui… non puoi farci questo eh?!)

    +dopo di tutto bravo!+

  2. I miei complimenti prima di tutto, che una laurea è una gran soddisfazione, e presa a fine maggio poi, garantisce 3 mesi- dico tre- a bighellonare sulla battigia.
    Ma.
    C’è un ma.
    Anch’io come il tabaccaio non capisco perchè volevi crollasse tutto..ti mettono forse in imbarazzo le situazioni in cui sei al centro dell’attenzione?

  3. Ah Felo, Felo, intanto il voto era scontato, dopo la telefonata dell’altro giorno in cui recitavi (malissimo) la parte di quello che “Ah, guarda non credo proprio che ci arriverò, però è possibile…” e quindi sonon stra-contento per te, lo dico sinceramente. Poi nemmeno io ho capito perchè volevi che crollasse tutto, ma forse perchè era tutto un pò troppo artefatto? In ogni caso Ti voglio bene e ti auguro tutto il bene di questo mondo, anche se per un gatto perdere i baffi è normale e io non ci credevo!

  4. fai così, fai un dottorato. è come essere ancora studente, ma pagato, per altri tre anni. poi dopo tre anni hai la stessa voglia di non finire, ma sei più vicino ai trenta e ti vergogni a dirlo.

  5. Intanto CONGRATULAZIONI!
    Credo che in tanti ti abbiano già detto che hai un bel blog,che è forte ciò che scrivi ecc…
    Io,oltre ad associarmi a chi di questi,vorrei intanto augurarmi/ti che tu sarai un veterinario tanto bravo quanto lo sei come “scrittore”.Purtroppo io di bravi ne ho incontrati pochi e ho due cani che avebbero avuto vita migliore se solo i loro dottori fossero stati più competenti..
    Ho un pointer inglese e uno yorkshire.A dire il vero ho solo il pointer adesso,ma non riesco ancora(dopo 4 anni ormai) a dire che me ne è rimasto solo uno…
    non so quanto questo mio post possa essere rilevante per te..ma comunque sentivo di scriverti e l’ho ftto!Salutami Bologna(la amo).

  6. Apposto Combà!!! Finalmente posso prendermi un cane, che ora c’ho pure l’amico veterinario. Per quanto riguarda il crollo della facoltà (o magari “delle” facoltà) capitò anche a Gesù Cristo, vi ricordate? Padre, allontana da me questo calice amaro… ma sia fatta la tua volontà!

  7. bene, bravo, (bis?), se fossi un pò più vicino a me ti verrei a trovare che ho il cavallo con un problema alla spalla…

  8. ho incontrato questo blog per caso e ti faccio tanti complimenti..per la tua scrittura e per la mitica laurea!!
    grazie per le risate…mi servivano..
    ancora complimenti!!
    elisa

  9. Ciao.
    Mi sono imbattuta in te per purissimo caso è mi sono divertita a passeggiare tra le pieghe del tuo abito…inusitato, inusuale.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...