la poesia che gira attorno

Hey, tu, Ragazzina Qualsiasi che pedali per la viuzza, portando in giro quell’abbronzatura da Caramella Mou alla liquerizia.
Che fai ondeggiare quella coda di capelli legata alta. Che fai ronzare la bicicletta scassata con la forza di quei piedini nudi. Che trovi il coraggio di mordicchiarti le unghie mentre ti guardi attorno, da sopra la bici, come per dire Ma Dove Sono?

Le code di capelli legate alte – pensavo- mi fanno lo stesso effetto di quelle esche di plastica che vengono fatte muovere sulla superficie dell’acqua per attirare le trote.

Non è che mi rivolgo esattamente a te, soltanto a te, ma in generale a tutte quelle come te, Ragazzine Qualsiasi che mi trovo davanti, di tanto in tanto, solo perché  esisto.

Sei bella, certo.

Ma tutto il resto ce lo metto io.

C’era quel filosofo che diceva più o meno così: le cose esistono in quanto ci sono degli occhi che le vedono, in quanto ci sono delle coscienze che le percepiscono.

Tutto il resto significa metterci le parole che scrivo, o metterci gli occhi che vedono una bellezza che Tu Neanche La Sospetti. Significa metterci l’Attorcigliamento Momentaneo del cuore, e una spinta all’immaginazione. Tutto il resto significa metterci parole che forse non sai neanche cosa significano, metterci musiche di sottofondo che ti si abbinerebbero bene come un vestito del colore azzeccato.

Tutto il resto significa metterci La Poesia Che Gira Attorno.
Se ci togli questa poesia, me lo dici cosa resta? Resta che sei bella e basta.
Purtroppo è poco, Ragazzina Qualsiasi.

Il concetto è astruso, ma Vabbè. Non mi andava di farne un omogeneizzato predigerito. E poi fa caldo. C’avrei da lavare i pavimenti della casa che mi guardano incazzati e lerci, dal basso. Perché tra due giorni torno al Paesello,e non sta bene lasciare tutto così. Tra due giorni torno al Paesello, e la salsedine mi annebbierà il cervello.

Paesello – Cervello, che rima di merda.

“Le donne? Oh, sì, le donne, be’ sì, naturale. Mica potevo mettermi a parlare degli idranti antincendio o delle bottigliette vuote di inchiostro di China…”
Charles Bukowski – Fatto Finito Chiuso

18 pensieri su “la poesia che gira attorno

  1. ritorni nel salento,quindi..chissà,magari ci vedremo e ci insulteremo sulla spiaggia per un fazzoletto di sabbia su cui mettere l’asciugamano..e senza neanche riconoscerci..

  2. Raf, il caldo ti ha fatto scoppiare dritta primavera + estate tutto in uno!
    Hai preparato una buona scusa per non essere additato al paesello come “GuardaquelNullafacenteAhlagioventùd’oggiQuantebracciarubateaicampi”?

    Chatoù

  3. …e prima di partire ci lasci cmq uno dei tuoi grandi post!! ma che uomo!!! io una settimana di lvoro, poi se dio vuole prima barcellona, poi riposo!!
    unbacio

  4. Mi sono un po’ persa nei giri di parole 🙂 Però è vero che senza le persone con cui interagiamo noi tutti ci sentiamo meno reali o comunque siamo diversi.

  5. che bello sapere che ci preferiscono agli idranti e alle bottiglie vuote di inchiostro di china…..buone vacanze rafè e torna abbronzato come una caramella mou alla liquerizia

  6. ma Raffaé, che mi fai il filosofo adesso? sono d’accordo su tutta la linea. Tra l’altro è proprio questo che volevo dire con “dentroefuori”!
    buon ritorno. sai chi sono

  7. che bello sai, ho appena comprato una bici e io ho sempre la coda di cavallo legata alta. Non sono una ragazzina, ma chissà, magari un vecchiaccio vedendomi passare penserà che non so neanche il significato delle parole che scrive sul suo cazzo di blog.
    🙂

    (buon paesello. io quest’anno niente paesello, credo)

  8. LIVE from salento, umidità al 120%.

    v41eri4:
    dipende, io sono sulla west coast, tu?

    Chaotouche:
    dici che è il frutto di troppi scoppi concomitanti? Non lo so. Spero di no.

    Anakina:
    infatti, mi sa che ti sei persa.

    Lizzies:
    e cioè? spiega spiega…

    Freeesia:
    col caldo, i pezzetti, sono un po’ fuori luogo.

    Lady_R:
    alle volte, si.

    Waki:
    ma c’è del risentimento?

  9. risentimento??
    ma nooo!
    mi immedesimavo nella ragazzina di cui si suppone non sappia il significato di chissà quali parole!
    risentimento mai, ma figurati!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...