rileggo dopo anni

Rileggo dopo anni il libro da cui prende il titolo questo blogghe. Ne scrivo dalle parti del Club del Libro di Amsterdam.

Io sono un recensionista frettoloso e che non riesce mai a scrivere quello che voleva all’inizio. Quello che volevo, mi viene in mente mentre salgo le scale. O mentre libero la bicicletta dalla catena. Mentre apro la busta della mozzarella attento per non schizzare tutto.

Sono anni che credo di risolvere questo problema delle idee che vengono al momento sbagliato con piccoli taccuini e quadernetti. Ogni volta ne accarezzo uno nuovo nelle cartolibrerie, a volte lo compro, a volte No. Ultimamente scelgo quelli con la rilegatura ad anelli di ferro perché puoi infilarci la penna dentro. A volte me li porto dietro, a volte No.

Visto per la prima volta il giroditalia dal vivo.

Annunci

3 thoughts on “rileggo dopo anni

  1. Ma la penna non la perdi, poi? A me cadrebbe alla prima occasione.E il giro di Iolanda…come è stato? raccontaci!Ciao,by Melissa

  2. Eh già, è il dramma di un paese che ha come dislivello solo i ponti e di uno sport che non è spettacolare vedere dal vivo (a meno che uno non si apposti sul cucuzzolo di una montagna).   Però è bello fiutare l'atmosfera, i commenti, le previsioni. Ma sono solo fìsime mie, una volta che provi la bellezza di questo sport sulla tua pelle non puoi fare a meno di riconoscerla in tutte le volte che vedi un altro su due ruote. Melissa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: