insomma io mi accontenterei

Insomma io mi accontenterei di un lavoretto qualunque – per il momento – che mi faccia guadagnare quei quattro soldi utili a comprare i biscotti per la colazione e la carta igienica. Un lavoretto a tempo parziale per poter continuare a fare il tirocinante a costo zero in clinica e che mi lasci il tempo di StudiareLeggerePonderare mentre porto avanti la ricerca di occupazioni più serie. Io mi accontenterei di quattro soldi, mica voglio la luna.    

Però sono laureato, e sta cosa è un problema mica da poco. Che io sono onesto, e nel mio curriculum ce lo scrivo, che sono laureato. Ma se continua così – se continua che mi propongo ogni giorno per i lavori più umili e degradanti e quelli neanche mi rispondono – se continua così allora confeziono un bel curriculum sgrammaticato dove dichiaro che ho preso la terza media coi punti della benzina, e vediamo se non va meglio.   

Secondo me, può solo andare meglio.    

Che io lo dico a tutti, la mia vita va bene così, se non fosse che c’ho una laurea. Voglio dire, ho la salute, in famiglia stanno tutti bene, ho cose e persone stupende attorno a me che non potrei desiderare di meglio. Però c’ho una laurea. Qui sta il problema. Averci la laurea significa averci tante aspettative di contorno che rovinano tutto. Se avessi tutto quello che ho – meno la laurea – sarebbe molto meglio, sarei un pirla qualunque come ce ne sono tanti. E invece sono laureato.   

Che io, davvero, mi accontenterei di qualsiasi cosa, per il momento. Datemi un posto da spalatore di cacca part time, e io lo accetto. Così posso comprare il detersivo per i pavimenti al profumo di limone, per dire. Datemi un lavoro da staccatore di chewing um dai pavimenti delle strade italiane, ed io mica lo rifiuto, davvero. Un posto da dipendente comunale per andare a fare Sciò ai piccioni in piazza. Lo scacciatore di piccioni, io ci vado subito, mica mi formalizzo. Sciò Sciò Sciò! Sono bravo, no?   

Oggi poi.   

Oggi poi su internet fra le proposte di lavoro saltuario leggo l’annuncio di un tipo che – richiedendo massima serietà – cerca una ragazza per essere preso a calci e a pugni. Possibilità di lavoro continuativo, dice. Non scherzo, eccolo qui l’annuncio. Io che purtroppo non sono una ragazza propongo all’amica Xxxna di metterci in società, lei si impegna a sferrare i calci e io la proteggo da esuberanze dei folli come un body guard, e poi ci dividiamo la somma. Lei ovviamente rifiuta la proposta, mica è scema. Però, insomma, uno ci prova sempre.

Annunci

13 pensieri su “insomma io mi accontenterei

  1. Raffaè, come si dice a roma…sei un tajo(!)
    Mi fai proprio tajare..(giustappunto)

    E soprattutto…w fabrizio moro for ever!! (tiè) :)) eheh

    Martino

  2. dici:

    >> Se avessi tutto quello che ho – meno la laurea – sarebbe molto meglio, sarei un pirla qualunque come ce ne sono tanti. E invece sono laureato.

    FYI: sei sempre un pirla qualunque

    Da: un altro pirla qualunque (sì, laureato)

  3. temo che una delle chiavi del problema sia esattamente in quella frase già riportata:

    Con una laurea SEI un pirla qualunque.
    Avresti dovuto fare come me.
    Arrivare fino alla fine e NON laurearti.

    Così saresti due volte pirla, ma non uno qualunque.

  4. Ti capisco e mi dispiace. Però posso pure dirti che nei momenti di sconforto che prendono anche quelli che come me lavorano ormai da tanto tempo, la tua laurea può essere un appiglio, nel senso che se per qualunque motivo io sto lavoro smetto di farlo, che faccio? Non so fare niente io…mentre tu hai qualcuno che ha scritto su un pezzo di carta che sai fare una cosa, e c’ha messo una firma sotto. Prima o poi quel pezzo di carta ti darà grosse soddisfazioni e vedrai che non li rimpangerai…nel frattempo in bocca al lupo e sappi che se va avanti così e aspetti un altro annetto potrei aver bisogno di personale di estrema fiducia, quindi magari ti faccio io uno squillo…

  5. le signorine sono richiestissime per certi lavori, leggevo ieri:cercasi ragazze bella presenza per foto nude ma col volto coperto, 250 euro al giorno. pubblicità di sacchetti pel pane? e se tu provassi a fare l’acchiappatore nella segale? 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...