bisbiglia il grillo parlante

bisbiglia il grillo parlante nell’orecchio: Non scrivere sul blogghe per una settimana? non ti è mai successo!  Cosa significa questo non scrivere sul blogghe per una settimana? 

Sono vivo e sto bene, come da bollettino medico. Ho le orecchie sporche di sale e le braccia nere. Ieri pomeriggio volevo scrivere qualcosa ma avevo le dita della mano dolenti a causa di uno scontro con la palla durante una partita di beach volley di fronte alle onde del mare Ionio. Queste partitelle che io prima di entrare in campo mi sento il campioncino che ti risolve il match, saltello e mi riscaldo con la faccia impegnata, ma poi finisce che cado e mi faccio male e mi entra la sabbia in bocca. E con la mano azzoppata non mi andava di fare ticchi ticchi utilizzando le sole dita indice sulla tastiera. Poi più tardi volevo di nuovo scrivere qualcosa, ma avevo ingurgitato un eccesso di pesce arrosto e calamari e cozze nere, per cui ho preferito andare a dormire. Poi stamattina volevo sedermi buono buono a scrivere qualcosa, ma ho dovuto correre al mare, e giocare come facevo da bambino a prendere i sassi dal fondo e farmi tirare giù dal peso, e restare in apnea seduto fra i pesci. Adesso vorrei scrivere qualcosa, ma devo andare a vedere cosa succede al mio pappagallo nell’altra stanza, visto che continua ad urlare senza sosta.

E poi questa casa che ad agosto diventa un circolo ricreativo, che diventa una casa vacanze per molteplici figuri di passaggio. A forza di aggiungere posti a tavola succede che la tavola in questione non ce la fa più ed è meglio sedersi per pranzare e cenare a turni casuali per evitare l’intasamento. E poi questa casa diventa un circolo ricreativo al punto che dieci minuti fa ho bussato alla porta del bagno con l’asciugamano in mano chiedendo: Chi c’è dentro? per sentirmi rispondere in un rumore di scroscìo di acqua: GIORGIO! e questa sarebbe anche una risposta normale – volendo – se non fosse che nessuno dei miei fratelli si chiama Giorgio, che nessuno degli ospiti dei miei fratelli si chiama Giorgio, per non parlare di mia madre che lei è proprio l’ultima persona che posso sospettare di chiamarsi segretamente Giorgio. Allora chiedo QuantoTempoAncora? per sentirmi rispondere FiniscoLaDocciaFraDueMinuti. 

E poi niente, il più grosso motivo per non scrivere sul blogghe ce l’ho proprio adesso alle mie spalle, è lì in piedi che si asciuga i capelli davanti allo specchio e che si chiede cosa mettersi stasera per andare in giro fra i paeselli bianchi di sto Salento di agosto. 

E poi niente, sti giorni io lo so che finiscono in fretta, e che è meglio succhiarli fino in fondo perchè poi dopo – come per un ghiacciolo – resta solo uno stecco di legno fra i denti. 

Corro a succhiare, stay tuned che qualcosa succede.

7 pensieri su “bisbiglia il grillo parlante

  1. mi piacerebbe tanto vedere Lei, con i suoi occhi increduli e i suoi capelli da asciugare, com’è colei che ti ha imbrigliato il cor.
    così, per curiosità, magari posso copiarle qualcosa.
    Amelia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...