nota a margine

io tenutario e dittatore di codesto blogghe dichiaro di essere l’unico che può essere sfanculato o preso in giro sul blogghe medesimo, e perciò dichiaro anche che gli sfanculamenti e le prese in giro fra commentatori non sono assolutamente ammessi, in quanto in dittatura c’è solo uno che decide e gli altri al massimo ciucciano ghiaccioli all’amarena in silenzio e a testa bassa.

quanto ai ripetuti attacchi sarcastici alla signorina flavia vento, invece, espongo qui il mio pensiero: puntoprimo, tutti i commentatori sono i benvenuti, tutti nessuno escluso, e i commenti in generale fanno sempre piacere; puntosecondo, la signorina flavia vento è bella, molto bella, e questo vale già un punto. Sono sicuro che anche lei sia cosciente di non essere particolarmente brillante nella scrittura, ma se fosse anche brillante allora saremmo a due punti. Altri parametri come l’intelligenza, l’onestà e la trasparenza non sono quantificabili, ma anche per questi vale la regola del punto.

ora, quello che mi pare assurdo è che la bellezza di una persona diventi la lente di ingrandimento attraverso la quale si valutano tutte le altre caratteristiche. Voglio dire, se una persona è bella poi la sua eventuale ingenuità o stupidità viene automaticamente moltiplicata per dieci. E tutto ciò è assurdo, perchè accade in un mondo pieno zeppo di femmine cesse e stupide con zero punti all’attivo. Nella mia vita ho incontrato molte più donne brutte che erano contemporaneamente antipatiche, acide e irritanti di ragazze belle con la serenità negli occhi. La bellezza non è una colpa, è solo una delle tante virtù di cui il signore iddio ti può fare dono. Fra i tremila e passa commenti di questo blogghe la stragrande maggioranza sono stati dei “bei commenti”, ma ce ne sono stati anche alcuni stupidissimi e molto poco divertenti, alcuni che avevano intenzione di far ridere ma che non facevano ridere per niente, alcuni fatti da gente stupida e a volte anche volgari, ma io non dirò mai quali sono, non farò mai alcuna distinzione.

e se non lo faccio io che sono il dittatore assoluto incontrastato, figuriamoci se potete farlo voi.

32 pensieri su “nota a margine

  1. Concordo, e anche se so di essere tra quelli che qualche volta ha scritto qualcosa di non se stupido, ma certamente come dicevi tu, gratuito…mi scuso se ho leso la suscettibilità di qualcuno.
    Su quanto detto da te in merito al caso “Vento” sono d’accordissimo con Te, nemmeno io sono un suo grande amiratore, ma merita tutto il sano rispetto che merita chiunque, a maggior ragione in casa d’altri. A dire la verità qualcosa del genere la volevo scrivere già in risposta a quanto detto nel post precedente, ma poi ho pensato che forse avresti fatto tu qualcosa, e così è stato.
    Diamoci un pò di dignità!

  2. sei sempre lì che giudichi quelle che hanno il cintolino, la sigaretta sullo scooter o non hanno le galaxy, però ti basta che una flaviavento ( molto bella concordo, ma non venirmi a dire che ci usciresti soltanto per sostenere delle profonde conversazioni sui massimi sistemi con lei) ti venga a commentare, che i tuoi ormoni si travestono da moralisti!! Sei come tutti gli altri… che delusione!!

  3. scusa rafè, mi urge, anonimo #4, un conto è dire non mi piace una cosa o un’altra (vedi che anche quando parla di scamarcio mica lo ha offeso, gli ha solo consigliato di sorridere), un altro è partire a spron battuto a dir male di una persona senza nemmeno conoscerla se non per quello che appare in tv.
    detto questo, non sono parente di flavia vento, nemmeno un’ammiratrice, penso solo che non si accusa così, per sport. e soprattutto almeno abbiate il coraggio di firmarvi… che tristezza.
    scusa ancora rafè.

  4. Finalmente “la voce del padrone” si fa sentire su questo delicato argomento!
    Se i commentatori vengono lasciati soli poi si prendono troppa confidenza, credono di essere a casa loro invece che semplici invitati e sciabbattano con la tastiera.
    Penso però che le provocazioni possano essere anche uno stimolo eccellente per tirare fuori senza remore i propri pensieri e questa occasione Flavia poteva farla sua.
    Ma ha piagnucolato un pò e poi ha parlato di tristezza nella borsetta…
    Un pò se li cerca, certi commenti.
    E comunque, via, stiamo sereni, siamo qui per confrontare materie grigie e materie colorate, mica in cattedra.
    mario

  5. 1) innanzi tutto se ri-leggo il commento di brule non ci trovo nulla di offensivo o scortese nei confronti di flavia vento. Le ha semplicemente fatto l’eco, ma da qui a parlare di offesa,per me, ce ne passa. Che poi l’offesa sia una cosa soggettiva vabè [io per esempio rafeli, potrei offendermi perchè non rispondi praticamente mai ai miei commenti ma credo che dimostrerei solo di essere una persona permalosa, quando non lo sono affatto] però cerchiamo sempre di rimanere nel giusto contesto.

    2) tu sei il primo, rafeli, a giudicare chi indossa i giubbini col cintolino in vita, quindi è lecito pensare che stai insultando tutti quelli che lo indossano, e se flavia vento fosse proprio una di loro? non pensi si offenderebbe? e se lo indossassi io? mi offenderei allo stesso modo, non trovi?
    quindi com’è che funziona qua: tu puoi insultare un’intera categoria di persone, e poi i tuoi commentatori non possono scrivere un commento che faccia l’eco ad un altro? mi chiedo se l’avesse fatto a me l’eco, ed io avessi scritto le stesse cose di flavia vento, con quale probabilità ci sarebbe scappato un intero post?
    suvvia, siamo sinceri..sarebbe finito tutto con una bella risata.

    Detto ciò, ritengo sia giusto che chi giudica, debba almeno lasciare agli altri la possibilità di scrivere un commento che faccia l’eco, perchè altrimenti diventa poco credibile come blogger e come persona.
    E non importa che sappia scrivere post coinvolgenti, che abbia voti alti all’università, che faccia la tesi per una megamultisupernazionale tedesca, che sia superfigo e che non si conformi alla massa.
    [che poi vorrei proprio sapere, tanto per fare un esempio, quanti dei tuoi lettori non abbiano i jeans a vita bassa che porta la cosiddetta massa].

    Ah, e un’ultima cosa. Vorrei ricordare a chi ha detto che i commenti “particolari” li scrive solo chi è anonimo, che su internet siamo TUTTI o quasi anonimi (v41eri4 ti dice qualcosa, forse?) e poi (secondo la sua logica) smentirlo.

    La taglio qui, questo è il secondo post che scrivo oggi.

  6. se da oggi questo blog diventa dittatoriale allora non sarò più dei tuoi. a me piacciono quelli democratici dove uno può fare i commenti che desidera chè se poi fanno cacare se ne rende egli stesso conto.
    questa tua puntualizzazione è piuttosto patetica e mi sembra che V41 l’abbia espresso meglio.
    invece di difendermi quale tuo lettore, ammiratore etc. costante e fedele ti fai tirare dentro da una celebre “quindicenne” che si mette a piagnucolare davanti ad un commento del cazzo qualunque quale il mio.
    cioè lei difende scamarcio e tu te la pigli con me?
    situazione molto, molto modesta.
    no, un post non lo valeva.

    e mò non ti offendere anche tu.

  7. comunque io dico che questa non è la vera flavia vento. vuoi che flavia vento , che organizza manifestazione per i canili,gli animali nei circhi,la guerra,le prostitute,e tutto cio’ che fa schifo in questo paese, non sappia come si scrive ‘sarcasmo’?!

  8. Difendo e appoggio Rafeli. Una cosa è prendersela con chi indossa i cintolini: sono una categoria quindi anonimi per definizione. Ma attaccare direttamente una persona che ha nome e cognome, anche se è per fare una battuta (e io di battute me ne intendo) mi sembra non offensivo, non maleducato, ma magari anche solo di cattivo gusto. E mi sembra fondamentale ricordare che dei nostri commenti Raffaele è sempre e comunque il responsabile. (Per quanto mi riguarda sono ancora più dittatoriale di lui: se un commento mi sembra offensivo lo cancello).

  9. Baccassino, “di cattivo gusto” te lo concedo, ma “attaccare” mi pare piuttosto fuorviante. e anche intorno alle responsabilità del padrone se ne potrebbe discutere.
    Ma anche dire “io me ne intendo” mi pare abbastanza supponente. ma tant’è.

  10. Secondo me l’unica cosa sbagliata è prendersela con flavia vento. E’ troopo semplice e tutti l’attaccano. E’ come dire ad un vicino di casa in ascensore che quest’anno l’inverno non si è fatto proprio sentire. Annoia.

  11. il concetto espresso nel post era quello della lente d’ingrandimento distorcente, ma vabbè.

    la dittatura è una dittatura di panna, credo che lo si capisca, io scrivo dittatura ma poi fino ad ora ho cancellato solo un commento, una volta che il cuggino rasta scrisse una cosa che non doveva scrivere su di una tipa che le avevo infilato la lingua in bocca e il suo ragazzo non doveva saperlo. Per il resto c’è sempre stata libertà, mi pare.

    brule:
    il tuo commento non era affatto offensivo, gli offensivi sono stati (quasi) sempre anonimi. se baccassino dice che “se ne intende” è perché si intende di battute, palcoscenici, pubblico e spettacoli, mica per altro. quando verrai intra lu salentu te lo farò conoscere.

    v41eri4:
    esiste una differenza fra l’offesa, l’insulto, e lo storiellare, il ricamarci sopra, non credi? non ho insultato scamarcio, per esempio, ma qualcuno crede di Sì, e se vedere un cintolino mi provoca brividi di disgusto e ne scrivo sopra, se ci sbrodeghezzo sopra, e se tu mi dici che allora “è lecito pensare che stai insultando tutti quelli che lo indossano” , ecco, io ti dico che non è affatto lecito pensarlo, perché non ho insultato. e se pure avessi insultato, avrei insultato (come dice Bac) una categoria e non un individuo, e in questo c’è una grossa differenza. E comunque – specifichiamo – io non sono affatto “figo”e tutte le belle cose che mi hai scritto. sei molto più avanti tu che sei ingegnera e lavori rispetto a me che mi sto preparando con perizia al tunnel della disoccupazione.

    fermo restando che è molto probabile che io abbia anche insultato, in passato, o che insulterò in futuro. non posso dare spiegazioni su tutto, se ho scritto sto post ci sarà un perché.

    e quindi ci sono cose che per tanti motivi non si possono scrivere qua, e per queste cose c’è la mail. v4leri4, mandami una mail che facciamo prima e meglio.

  12. Eh, bam bam…che putiferio quaggiù…
    che
    Vabbè, mi tengo il ghiacciolo all’amarena…

    No, niente di che, io e mio padre ci scambiamo indirizzi di blog interessanti quando li troviamo… Beh dai, beato te che sei prossimo ad abbandonare Ozzano…io sono ancora in alto anzi altissssssimo mare…mettici anche squali e pirati e capisci la mia situazione!

    Alò
    Morbid

  13. uhm, hai ragione, la belessa non è parametro di giudizio per il resto, io concordo. però, vedi, essendo tu masculo, con cotali affermazioni passi da maschilista. se tu fossi femmena, per contro, e magari anche cessa, ti avrebbero incensato nei giornali, ad affermazione di questo tipo…
    biz*

  14. la bellezza ha i suoi vantaggi, e poi vale sempre il detto la volpe che non arriva all’uva. però verò è che chi sceglie di essere personaggio pubblico si sottopone a critiche e apprezzamenti di vario genere. ma vero è (anche) che tutti subiamo critiche e apprezzamenti di vario genere da tutti, solo che ce lo fanno dietro le spalle. tipo se andiamo ad un colloquio di lavoro e non ci prendono, non ci spiattellano il vincitore in prima visione tv, per cui non potendo confrontarci, possiamo adagiarci sul pensiero che magari era raccomandato, e non più bravo di noi. insomma.
    ma la sto difendendo o accusando? non mi è chiaro.
    questo snobismo verso i belli.
    è colpa dei belli. e dei brutti. è colpa di tutti.
    un po’ meno dei belli. un po’ più dei brutti. che sono brutti, in fondo.

  15. giusto per prenderti alla lettera: mettilo in quel posto il ghiacciolo all’amarena che ti rinfresca le idee

    era rivolto alla parte del dittatore

    per il rafeli tifo all’incontro con flavia

  16. gli ospiti vanno difesi.
    (una bella regola d’altri tempi)
    +
    le donne vanno difese.
    (una bella regola cavalleresca)
    =
    le donne vanno difese soprattutto se sono delle ospiti.

    Sono certa che lo farai sempre e non solo per la signorina flaviavento.

    Fosca

  17. esiste una differenza fra l’offesa, l’insulto, e lo storiellare, il ricamarci sopra, non credi?

    era proprio quello che volevo farti notare io.

    Qualunque cosa si dice nei confronti di una categoria, nel bene e nel male, si ripercuote sui singoli individui che ne fanno parte. Se dicessi che, per me, chi studia veterinaria a bologna è una zucca vuota, tu non ti sentiresti minimamente coinvolto?
    Non ho il tempo di mandarti una mail, Rafeli, sul blog ho il contatto msn, se vuoi.

  18. dai vabbè ma come si fa dai..flavia vento è indifendibile proprio..a parte che una foto in cui lei è stratruccata e oltre a ciò sarà pure ritoccata cò photoshop…ma poi è stupida come la merda, dai a tutto c’è un limite…e poi svegliatevi che il blog non è suo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...