pur sapendo bene che non esistono le ossa del culo

mi fanno male le ossa del culo.

Oggi è stata una giornata da Coso in Scatola, dove per Coso metteteci quello che vi pare, tipo Tonno in Scatola o Frutta in Scatola, e dove il Tonno o la Frutta in pratica sarei io mentre la Scatola sarebbe sta stanza bellissima e col tetto obliquo in cui vivo adesso, con sto pavimento di parquet peloso che appena esco dalla stanza diventa invece parquet legnoso, con il risultato che posso restare a piedi scalzi per molte e molte ore.

Mi sa che la Frutta in Scatola non esiste.

Questo post nasce dalla non-voglia di scriverne un altro, nel quale avrei dovuto parlare in dettaglio della mia vita qui in esilio nella regione del Nord Reno WestFalia – che poi sarebbe il nome di questa parte di Germania – e nel quale avrei dovuto tracciare un bilancio significativo dopo tre settimane di permanenza. Non mi va.

Dico solo che se alla fine non scriverò sta cazzo di tesi sarà per colpa di sto giochino maledetto che ho trovato facendo il ciondolone nel webbe, e che il ghigno giornaliero sulla faccia oggi me l’ha suscitato invece sto filmato qua. 

Una degna Giornata in Scatola si conclude giustamente con una Doccia in Scatola, che detto così non ha senso, e quindi per spiegare meglio devo riportare un dialogo che si è verificato fra me e Brava Persona la sera in cui arrivai per la prima volta qui.

Rafaeli: “Sai, mi piace sta casa”
Brava P. “ Assì, e perché?”
Rafaeli: “Così piccola, così accogliente!”
Brava P.:“ Ti piacciono le case piccole?”
Rafaeli :“Non lo so, ho sempre vissuto in case enormi. La mia casa al paesello è enorme, e pure la mia stanza a Bologna. Le case enormi sono sempre fredde, e quando ci perdi qualcosa poi non la ritrovi più”
Brava P.: “ Si questa è una mansarda accogliente. Un po’ piccola, ma si sta bene. Mi fa piacere che ti piaccia”

Gli faceva piacere, gli faceva.
Non avevo ancora visto il bagno.

24 pensieri su “pur sapendo bene che non esistono le ossa del culo

  1. la frutta in scatola esiste, ne ho le prove.
    effettivamente quel bagno è pericoloso, stai attento al rialzarti dalle sedute.
    la domanda del filmato la dovrebbero davvero fare durante i matrimoni, magari uno ci pensa meglio ahahah.
    il gioco invece è diabolico. perchè io mi diverto a farlo spiaccicare l’omino.

  2. …se è solo per te il bagnetto verdolino – che deve poi servire per una parentesi di vita – non è poi male. Poi, se per caso facendo il bagno ti addormenti, non c’è pericolo di affogare e questo è un bel vantaggio.
    Il filmato è storia antica, di quando le iene erano solo sgradevoli mammiferi.
    E se la stessa domanda la facessero a noi maschi?
    Tu che risponderesti?
    Mario

  3. Rettifico. Non mi ero accorta della vasca-doccia incastrata nell’angolino! Praticamente se sei alto anche solo più di 1m50 avrai dei problemi di sicuro!
    In bocca al lupo, Rafaé!

    Miruzza

  4. ho convissuto per mesi con il problema di prestare attenzione quando uscivo dalla doccia per evitare di dare delle sonore testare (era un bagno mansardato, ma solo il lato del box doccia). Hai tutta la mia comprensione.
    Detto questo, ero passato da queste parti perche’ ti ho risposto dalle parti di quel forum la’. Senza massacri o stroncature. Anzi, come gia’ detto, per me qualche possibilita’ ce l’hai e se cosi’ fosse mi farebbe piacere. Ovvero: meglio a te che ad altri 😉

  5. Freesia e Sciroccata:
    già, la Frutta in scatola esiste, ma a mezzanotte di ieri ero sfinito e non me lo ricordavo. Tra poco sarà mezzanotte di oggi e sarò ugualmente sfinito.

    Mario:
    per la stessa domanda ti sorprenderesti della mia risposta, e allora non te lo dico.

    Allerta:
    grazie, ho visto. Cioè, grazie soprattutto per aver letto.

    Mistic:
    si lo so che fa intrippare, porco giuda.

  6. ti fanno male le ossa del culo perché dopo esserti alzato di colpo dal water hai tirato una capocciata, sei svenuto e ti sei accartocciato di botto sul tuo culo epperciò le ossa del culo (che esistono) ti fanno male

  7. Freesia: il mio cuore mi dice che c’è ancora vero amore in giro e io vado avanti sperando (le mie figlie sono mie, son sicurissimo) 😉
    Rafeli : e tu stupiscimi và, che son giorni grigi di pioggia e malumori.
    Per quel cessetto angusto e quasi da bambino mi viene in mente una lettura under 10 che però è un trattato di filosofia che costa come un makiato :”Oh, wie schon ist Panama” di Janosch.
    O ti siedi al calduccio da Hugendubel e te lo leggi lì e ti bevi il makiato…
    mario

  8. Uganda calling Braun..;) Son tornata…sono a Bologna,dove ora tutto è troppo bianco…la gente,la nebbia e i muri. Però il natale è carino, ed è carino ribeccare gente… E io mio caro, quanto sono tentata di rinviare la laurea per farmi una bella stagione invernale di cazzeggio, neanche te lo immagini. Spero di sentirti presto… mach’s gut du mit deinem kleinem Klo! Maria

  9. Apprezzo infinitamente che tu abbia deciso di portare avanti la poco probabile Frutta in Scatola piuttosto che il più realistico (ma per me ormai indigesto) Tonno in Scatola. Lo apprezzo, davvero!

    ChaTonna (ex di Marketing)

    Ps: il giochino è IN-QUIE-TAN-TE

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...