caro animalista

Caro animalista che urli Assassini nel megafono sulla porta dell’Upim,
ti odio.

No, no, aspetta, posso fare di meglio.

Caro animalista che urli Assassini nel megafono sulla porta dell’Upim,
insieme con i tuoi amici sovversivi,
con i tuoi dread locks venuti male,
con la tua magliettina scolorita e sudata,
che urli Assassini nel megafono e mi torturi le orecchie,
che poi siccome non sei capace di parlare,
con la tua dialettica da analfabeta esagitato,
ti metti a dire Basta con questi Massacri,
ti metti a dire Basta con queste Carneficine,
poi siccome sei povero di argomenti,
cominci a prendertela col Consumismo,
e cominci a dire basta con il Capitalismo,
che se pure un bambino passa da lì vicino,

e non sa cosa minchia è il Capitalismo e il Consumismo,
comincia a pensare che saranno cose bellissime,
se uno come te si incazza così,
solo a nominarle,
comunque dovevo volevo arrivare,
volevo dirti cosa,
volevo dirti che ti odio.

No no, aspetta, non devo essere così precipitoso.

Caro animalista che urli Assassini nel megafono sulla porta dell’Upim,
ma possibile che non ti rendo conto?,
che il cucciolo che ti sei portato dietro,
e i cuccioli che si sono portati dietro i tuoi amici punkabbestia,
non possono stare vicino a uno che urla nel megafono,
che quelli sono cuccioli e andare in giro col guinzaglio non va bene,
che sfondare le orecchie ad un cucciolo di un mese è una coglionata,
va bene che sei un coglione,
però mi pare abbastanza evidente,
porta quel cucciolo a casa fammi il piacere.

Caro animalista che urli Assassini nel megafono sulla porta dell’Upim,
facciamo una bella cosa ti va?,
una bella cosa da animalisti veri,
e non da animalisti coglioni,
questa sera ci mettiamo a fare le ronde per Bologna,
in tutti i centri sociali,
e in tutti i posti all’aperto dove fanno concerti dal vivo,
ci piazziamo davanti alla porta,
io e te,
e anche i tuoi amici col cervello bruciato dalle droghe,
e sbarriamo l’ingresso a tutti quelli che vogliono entrare col cane al seguito,

che lo sai bene mio caro sessantottino fuori tempo massimo,
che sono tanti quelli che la fanno,
questa cosa di entrare col cane ai concerti e alle sagre,
o nei festini in casa col fumo che satura le stanze,
e il cane che non può decidere un cazzo,
può solo seguirti e basta.

Caro animalista che urli Assassini nel megafono sulla porta dell’Upim,
possiamo andare pure per cliniche veterinarie,
lo sai quante volte succede,
che portano il cane con la tachicardia,
che si è ingurgitato il pacchetto di mariuana del padrone,
mentre il padrone era collassato con la bocca verso il soffitto,
io che studio proprio veterinaria (guarda che caso),
qualche volta mi è successo di vederli,
di proprietari spaventati che portavano il cane alla visita,
ed altri casi me ne hanno raccontati,
e tutti più o meno assomigliano a te,
con i dred e la maglietta scolorita,
con la faccia sputata come la tua,
facciamo che andiamo in giro con i bastoni,
e li prendiamo a mazzate sulla nuca?,
che ne dici sarebbe fantastico,
quasi quasi comincio da te,
che da qualche parte devo pure iniziare,
dai per favore mettiti in posizione,
e non farmi perdere tempo.

                                         

Annunci

22 thoughts on “caro animalista

  1. un animale ha bisogno di amore e affetto e rispetto dei propri bisogni.
    un cane può essere felice con un barbone come con un miliardario, purché venga rispettato nelle sue necessità di animale – animale e non animale – antropomorfo.
    dunque, dici bene: che se lo mettessero nel culo, il megafono.

  2. ..questo post non può stare chiuso in un blog…mandalo al resto del carlino…che è anche l’unico giornale con un nome di cane e lo pubblica di sicuro.
    Bravo, anche da parte dei miei cani.
    M.

  3. 1. odio gli animalisti solo poco meno che i vegetariani (ma credo siano cugini)
    2. secondo me esiste un registro dei punkabbestia. vai lì e dici: – ehm, Ferrari Pierbattista, sono un punkabbestia. E loro: – prima di iscriverla vorrei ricordarle che c’è un periodo di prova. Torni tra tre mesi e, se sarà tutto andato come si deve, riceverà il suo cane. FP: – ah, grazie. (andando via) ma tu guarda sto stronzo…
    3. ah, li portano dal veterinario per sapere come stanno? io lo farei per provare a recuperare la maria..

  4. è un discorso abbastanza fazioso!!!
    si si lo definirei fazioso!!!
    ho letto un po’ altri post in giro!!!
    non fai altro che offendere a categorie: un giorno gli animalisti, un giorno i punkabbestia, un giorno le donne brutte che si truccano!!!

    poi non è detto che un manifestante animalista solo perchè magari non è ben vestito e curato o perchè si fa qualche spinello non abbia proprietà di linguaggio adeguata, anzi!!!

    poi se te ci vai ai centri sociali dove ci sono i cani e la gente che tanto odi vuol dire che ti piace andarci!!!se no non ci andavi!!!

    michele (non sono un punkabbestia ma quando si fanno sti discorsi mi piacerebbe esserlo)

  5. io invece ti capisco, bologna ti urta, bologna ti provoca, bologna ti sbocca addosso. la reazione è corretta. parole mordenti, frasi alla trementina, fastidio per l’ipocrisia dei figli di papà che trovano + IN fare i punkabbestia.

  6. in verità ti dico che io non riesco ad odiare così facilmente. è un sentimento che uso col contagocce. sarà perchè sono un clarkabbestia?

    o.t.: ti ho votato di qua e dillà, ma il libro non riesco a scaricarlo.

  7. Giusto ieri, su una di Quelle palizzate gialle che circondano temporaneamente Quegli scavi da cui in un paio di mesi dovrebbe saltare fuori uno di Quei bei parcheggi sotterranei che decogestionerebbero un po’ il centro di Bologna e invece ci trovano un paio di ninnoli etruschi arriva la Soprintendenza per i beni Culturali e blocca tutto e la palizzata rimane lì per due anni facendo la felcità dei venditori senza scrupoli di bombolette spray, leggo: “Fotti i pukabbestia!” e penso, tra i conati provocatimi dall’immagine di uno che fotte un (od una, non fa differenza) punkabbestia: ma, punk-a-bestia sono quei tipi tanto tanto punk? Bah, non so, comunque non mi piacciono ‘sti estremismi, senza offesa per gli ArciGay.
    Billigiò

  8. per michele:

    dai discorsi banali che fai potresti sembrarlo proprio, un pankabestia!
    impara a leggere col cervello e non con gli occhi perchè qui si parla di ipocrisia e non di spinelli o vestiti.

    pieno appoggio a raffaele!

    squagghia

  9. ho letto il romanzino e ti ho votato con il massimo perchè mi è veramente piaciuto…mi sono sparato 80 pagine di fila…

    per contro mi dissocio anch’io da questo post…

    ciao

  10. mi ricordo al Villaggio Globale (fossi io la punkabbestia? ;-)), centro sociale di Roma, poco prima di un concerto un cane strafatto di non so cosa correre come un pazzo e poi accasciarsi al suolo, mentre i padroni ridevano come matti… anche io li ho odiati profondamente in quel momento

  11. Accidentaccio, non mi faceva commentare! 🙂
    Ritorno a casa dopo un viaggio troppo breve, tanto da sentirmi già nostalgica e non sono passate ancora le fatidiche 24ore.
    L’odio mi spaventa, non lo uso mai neanche a parole, se lo uso scherzo. Disprezzo, sono insofferente. Mi irritano tante cose, forse troppe. A volte mi ricredo, a volte no. Sono proprio tornata in un post terribbbile.
    (di nuovo a bologna eh?)
    nene is back!

  12. Nel fine settimana mi sono letta il tuo lavoro, diligentemente stampato e rilegato. Mi è piaciuto, convinta del voto datoti a prescindere. Questo post invece mi pare figlio di un qualche incazzo che già avevi, l’animalista credo sia stato solo la goccia che ha fatto traboccare il vaso…Bologna è bella proprio per la varietà di umanità che offre, e dalla libertà (vera o presunta) di cui ciscuno gode. Per quanto riguarda il maltrattamento degli animali sarebbero da castigare certo i punkabbestia, ma anche i manager o le casalinghe che mettono in atto le stesse pratiche. Anche io mi incazzo se un animale viene trattato male, ma non guardo il ceto sociale o le scelte esistenziali del padrone, lo valuto una testa di cazzo e morta lè.
    Salut

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: