proprio come fa un piccione

Un piccione che di solito svolazza e scacazza nei cieli vicino la mia finestra, ha deciso che ormai di svolazzare e di scacazzare ne ha piene le palle, ed ora trova anche il coraggio di entrare in casa mia quando lascio la finestra della cucina aperta.

I piccioni – pensavo –  vanno di moda. La canzone di Sanremo e tutto il resto. Ne ha parlato pure la dietologa del webbe, qualche giorno fa.

Dicevo, il piccione in cucina.La prima reazione, quando mi imbatto nel piccione impertinente che zampetta sul pavimento, è di dire Sciò, piccione che non sei altro. Poi però ci ho pensato su, e adesso al piccione non dico più Sciò. Il piccione viene sul balcone per cibarsi delle molliche di pane che trova, perché io, una volta ogni tanto, sbatacchio la tovaglia sul balcone. E le molliche si accumulano. E il piccione ingrassa.

Pensavo che se smetto di dire Sciò per un tempo sufficientemente lungo, magari il piccione trova il coraggio di entrare in cucina e di salire anche sul tavolo, così che non ci sarà più bisogno di sbatacchiare la tovaglia, perché avrò il mio grasso piccione addomesticato che farà il lavoro sporco per me. Poi, continuando di questo passo, se riesco a trovare un elefante disposto ad aspirarmi la polvere dal corridoio con la proboscide, e una mucca dalla lingua ruvida che vuole leccarmi le piastrelle del bagno, sono a posto

27 pensieri su “proprio come fa un piccione

  1. Che culo. Tutte queste bestiòle a disposizione ed ancora ci pensi su? Fossi in te li metterei anche in regola..sia mai le tratti male ti lasciano, sul più bello, col culo per terra. Senti ammè.

  2. NON PARLIAMO DI ANIMALI IN CASA….sono giorni che faccio la lotta alle formiche..mi erano sempre state simpatiche…ora mi stanno ampiamente sulle balle!

  3. Anche a me è successo che un piccione mi è entrato in casa, sempre perchè la finestra della cucina era aperta…ho sentito cadere qualcosa che si rompeva (era un bicchiere) e mi sono spaventata a morte perchè sapevo di essere sola.
    Dopo più tentativi sono riuscito a cacciarlo via solo che dopo ho dovuto disinfettare cucina e bagno perchè il signorino si era fatta un giretto per casa.
    Da quel giorno il odio ancora di più.

  4. questo è sfuttamento bello e buono rafaé! io a casa ho portato di tutto, anche un riccio ricordo…si trascinò il piccolo di Barbie sotto il lavello…e una volta uscito non era più lo stesso. -_-;

  5. ….. un bel ragno per stanza mi raccomando, sono una bomba contro le zanzare….garantito.
    Se hai tutti questi animali, poi prenditi anche un maiale, mangiano ogni sorta di rifiuti e ti risparmi i sacchi dell’immondizia….

  6. rafae’, pensavo che visto che sei così creativo nell’addestramento degi animali potresti darmi qualche dritta. a casa mia, infatti, si infilano (oltre alle formiche che si sono piazzate in condominio nel legno della finestra di casa mia) regolarmente:
    a) un serpentello nero
    b) un geco da sette centimetri
    c) una topastra lunga un braccio, che devo scacciare ogni volta a fucilate
    d) un passeroto cieco che si è fissato e mi ripete “a ridamme del piero!”, quando io – al massimo, col vento in poppa, il cinque più uno in tasca, la benedizione del Padre e il contratto firmato col Belzebù – potrei avere a che fare con cristina chiabotto.

    san rafaeli d’assisi… jutame tu!

    in fede, lagomuto

  7. CLOTY:
    le formiche sono utili allo scopo almeno quanto i piccioni, anche meglio, perchè non fanno grosse cacche.

    ARTEMISION:
    mi è successo con un pipistrello, la stessa cosa.

    ENERY:
    il piccolo di Barbie? Barbie ha dei figli?

    LUNAFRAGOLA:
    a ragni sto già bene, grazie.

    STREGALATA:
    fa niente, ritenta.

    LAGOMUTO:
    il passerotto lo dai in pasto al serpente, poi per il resto fai come credi. Ma il passerotto va nel serpente.

  8. Occhio di notte.
    A Padova i piccioni si incastrano tutti insieme nei buchi nel muro del vecchio ospedale, a 3 metri dal mio balcone.
    E si danno alle orgie più sfrenate con versi tanto potenti che nemmeno la radio a mille watt di Max Pezzali.
    Non oso immaginare se iniziassero ad usare la tua cucina come un locale di Joe T. Vannelli.

    Delle volte mi affaccio al balcone e sputo giù.

    Ciac.

    E tutto tace per almeno una decina di minuti.

  9. a me i piccioni mi fanno un po’ ribrezzo, non ho mai capito il perchè…
    in generale amo tutti gli animali, ma il piccione proprio, ecccheeennneso?

  10. io odio i piccioni.
    come amo sostenere nei salotti bene “i piccioni sono animali satanici” perchè nessuno ha mai visto i loro piccoli!!!!!!!

    uahahahaha!!!!

    fosca

  11. bella questa. l’hai letta quella di Bukowski sulla signora degli animali? è in “storie di ordinaria follia”.
    franz

  12. Senti qua che storia ti racconto: molti anni fa vivevo sola in un piccolo vecchio appartamento in una città del nord europa. un giorno da un buco del battiscopa uscì un topino. in breve la nostra amicizia diventà una vera convivenza, con cene condivise e una capacità di ascolto da parte sua che non ho mai più trovato in nessuno. un giorno il mio ragazzo dall’italia decise di raggiungermi. panico. lui odiava i topi, ne aveva terrore. per un attimo confesso che pensai di lasciarlo. poi decisi di dire tutto al mio amico roditore che, non avevo dubbi, capì. tornò nel buco del battiscopa e non uscì più. è incredibile che a distanza di quasi 20 anni la cosa mi faccia commuovere ancora. un pat pat sulla testina del tuo grasso amico pennuto da parte mia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...