anch’io con te, insieme a me, e tu con me

I miei personali complimenti all’ultimo singolo di eros ramazzotti in duetto con nientepopodimenochè ricky martin. Il pezzo si chiama “Non siamo soli” e ad un certo momento uno arriva addirittura a chiedersi se non l’abbia scritto il carciofo Fabrizio Moro. I gusti sono gusti, e qui non si discute di gusti, che per carità in giro c’è gente che ama nutrirsi di escrementi e farsi calpestare dai cavalli in corsa. I gusti sono gusti, e qua non giudichiamo i gusti, ci mancherebbe altro. Quello che mi chiedo è se alla fine del 2007 non sia ben chiaro alla popolazione mondiale il concetto di retorica buonista. Voglio dire, se per caso io sottoscritto che sono un Pinco Pallino qualunque una mattina mi svegliassi e mi mettessi a scrivere su ste misere pagine che L’Amore Vince Sempre e La Risposta ai Tuoi Interrogativi è In Fondo al Tuo Cuore, credo che sarebbe abbastanza chiaro che sto facendo della retorica cippa lippa, che sto menando parole omogeneizzate al vento. Che il problema non è la sostanza – L’Amore Vince Sempre? Risposta:  ma che ne so: può anche darsi, non lo escludo a priori – ma bensì qui si discute semplicemente di forma. Perchè alla fine del 2007 dovrebbe essere chiaro qual’è la forma con cui esprimere dei concetti pure semplici semplici per non farli apparire banalotti e scialbi. Uno pensa che alla fine del 2007 queste cose dovrebbero essere chiare a tutti, poi ascolti ste canzoni dove – e pesco a caso che il testo meriterebbe di essere citato per intero – si arriva addirittura a dichiarare che:

Eros: Supera i confini, non conosce geografia l’emozione che ci unisce in una grande idea
Ricky: Oltre le distanze noi non siamo soli, sempre in cerca della verità
Eros: Anime viaggianti, cuori prigionieri, con la stessa idea di libertà. Un altro mondo possibile c’è e lo sto cercando insieme a te
Eros: Anch’io con te

Ricky: Insieme a me
Eros: E tu con me…


Che uno potrebbe obiettare, questo è soltanto misero pop, cosa ti aspetti dal pop? Ma io dico, per la miseria, in giro pure Tiziano Ferro riesce a fare di meglio, ma pure Nek, se vogliamo, fa la sua porca figura (“se vuoi ci amiamo adesso, se vuoi, però non è lo stesso…” che può tornare utile come simpatica scusante, alle volte), ma pure Paola e Chiara, guarda, a sto punto.

21 pensieri su “anch’io con te, insieme a me, e tu con me

  1. 1 – W fabrizio moro hasta siempre……la cosa che più mi fa ridere è che il tuo blog, nei temi trattati e anche nella forma che usi, è molto ma molto vicino alla musica del moro!! Peccato che ormai ti sei fissato con la tua idea sbagliata di Pensa e da lì non ti smuovi. Dovresti ascoltare qualche suo altro pezzo. Sicuro ti ricredi. E non per trasformismo. Provaci.

    2 – Cmq hai ragione..ricky martin in salsa ramazzottiana (o viceversa) semplicemente…nun se po’ sentì!

    3 – Rispondi alle domande e nn cercare di scappare, per non essere costretto a risponderti più in là quando avrai i tuoi quarant’anni e le risposte ancora vaghe…

    Ciao raf…

  2. “ma bensì” non si dice!! 😉
    certo che pure Ricky Martin è alla frutta…non lo sa che dopo il duetto con Ramazzotti si è destinati a scomparire dalla scena musicale? …guarda Anastacia!

    Ciao,
    Angela

  3. Io dico, se al supermercato trovi sempre meno i pomodori secchi e sempre più il burro di arachidi, di chi è la colpa. Del gestore del supermercato, che ha deciso che da oggi in poi niente più pomodori secchi? O forse del fatto che la gente i pomodori secchi non li compra mentre il burro di arachidi si? Lo stesso dicasi per la musica, non è che i testi li scriva Ramazzoti o Ricky Martin, li scrive chi per loro confeziona brani che poi possano stra-vendere, in base a quello che vuole la gente che compra i dischi (ovvero ragazzine/i dai 13 ai 18 vent’anni per lo più…). E se è vero come è vero, che Ramazzotti e Ricky Martin vendono ancora milioni di dischi, ma non vi viene il dubbio che c’hanno ragione loro? Questo è lo Showbusiness, se poi vogliamo ascoltare della musica allora non accendiamo Radio 105 o Radio Deejay, ma magari Lifegate o Radio Capital (solo dalle 22.00 in poi), lì Ramazzoti, Ferro, Moro e tuttiicazzi, non li mandano proprio…e noi non abbiamo bisogno di spipparci il cervello per capire se questi sono testi accettabili o no, lasciamo questa merda in pasto a chi se la vuole ascoltare e noi ascoltiamo altro.

    PENSIERILAIT (che non c’ha tempo di loggarsi…)

  4. anonimo #1:
    ma infatti, io sono diventato fan del carciofo Fabrizio con la mitica Un Giorno Senza Fine.

    Ragina:
    Ci aggiungo pure gli Stadio, se permetti.

    Pensierilait:
    si ok, il mercato è così. Ma ci sono pure dischi con frasi meno banali di questo che hanno venduto tantissimo, quindi non vale pensare che quanto più è banale e merdoso, tanto più vende. Non è così semplice.

    LaStefy:
    eh, eh!

  5. Io non penso che quanto è più banale o merdoso tanto più vende, vendo artisti, ricordi?
    dico solo che se certa musica proprio ci fa schifo possiamo anche non ascoltarla e lasciare che lo faccia solo chi ne gode giovamento…(ammazza che frase…)

  6. De gustibus non disputandum est.

    Ma soprattutto: la cosa veramente preoccupante non é il fatto di aver sputato sulla coppietta maschile da un milione di dischi, ma l’aver rivalutato Paola e Chiara in confronto. Non si può confrontare cacca con cacca e decidere qual é la “meno peggio”.

    mi si é stretto il cuore é.è

  7. tutte cazzate,rafeli ha ragione.
    La verità è che non si sa più che cosa dire nelle canzoni e allora seguire la via sdolcinata e banale è sempre (ahimè, per i più) quella più sicura.Ormai,dispiace ammetterlo, ma ramazzotti e tanti altri artisti bravi come (era) lui vivono di rendita all’ombra del proprio passato.

  8. su questo non c’è dubbio…il ramazzotti degli esordi negli anni 80 era un cantante a modo suo “generazionale”..il ramazzotti-“armanizzato” di oggi è tutta un’altra storia.

  9. eh eh…
    In effetti ho notato, caro Rafeli, che tu ci prendi proprio gusto a parlare delle ciofeche… Ma dai, chissenefrega, su. Capisco che tu sei un ironico e un simpatico ed efficacissimo “sbertucciatore” (ti piace questa? Ehhh? Ih ih), però… ti devo tirare un po’ le orecchie: sbertucciare i testi di Ramazzotti o Nek è un po’ scontato, non è da te, che sei spesso spiazzante e che invece in genere guardi sempre “cose che noi umani…”. Insomma sparare sulla croce rossa ha poco di interessante, ne converrai anche tu.
    Forse è solo attrazione per l’orrido, come quando Carmelo Bene andò a Macao, confessando che ci era andato PROPRIO perché era la trasmissione più brutta che avesse mai visto, dunque vicina al sublime. nel senso (diceva) che il meglio del peggio è PESSIMO. Ma il peggio del peggio è sublime, poesia pura.
    In questo senso, in questo tuo palese amore per il trash, mi trovi d’accordo!! Io a volte in casa mi sparo un Pupo d’annata e ballo in stanza “Su di noi”. Mi ricarica da pazzi.

  10. Ecco un pezzo s u b l i m e:

    Amore senza amore, amore senza vita
    amore tu non hai pietà di me
    eppure ti ho incantato con tanta fantasia
    con tutta la tristezza che c’è in me
    e tu cambi bandiera…
    Ma tu che cosa credi? Che il mondo sia di pietra?
    La goccia bacia il sasso e se ne va.
    Ma non conosci il pianto di quella che vuol bene
    di una che vuol bene come me?
    E tu cambi bandiera…
    Non illuderti mai mai mai mai
    non illuderti mai mai mai mai mai mai mai
    non illuderti mai mai mai mai
    non illuderti mai mai mai mai mai mai mai.

    Amore tu non hai pietà di me
    amore tu non hai pietà di me
    perchè cambi bandiera.
    Ma non conosci il pianto di quella che vuol bene
    di una che vuol bene come me?
    E tu cambi bandiera…

    Non illuderti mai mai mai mai
    non illuderti mai mai mai mai mai mai mai
    non illuderti mai mai mai mai
    non illuderti mai mai mai mai mai mai mai.

    A pagamento la canto al telefono.
    😉 mario

  11. Non so se ha visto il video, ma ci sono loro due che cantano visciniviscini vestiti uguali, con le stesse movenze…insomma, se non l’hai visto, vedilo! X’D

    Lisa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...