centro, sud, nord e periferia di tutto.

Improvvisa come una scoreggia, un giorno è arrivata l’estate del ’92.

Alla radio, in quell’estate,  mandavano in continuazione All That She Wants degli Ace of Base.

Gli Ace of Base erano questo gruppo con due donne cantanti, di cui una soprattutto cantava, l’altra cantava meno ma era bella uguale. Tutte e due erano alte e  sicure di se’. Ma soprattutto, erano tutte e due svedesi. Svedesi significa che vengono dalla Svezia, ho saputo poco dopo. Dove’è la Svezia? chiedevo in giro.

Moolto sopra, mi rispondevano.

Un giorno è arrivata l’estate del ’92, dicevo. La mia pubertà era già lì da qualche tempo, mica da tanto, ed io e lei cercavamo di conoscerci meglio. Faceva caldo e la radiolina gracchiava All That She Wants. Oppure c’era Jovanotti che urlava E’ Andata Come E’ Andata La Fortuna di Incontrarti Ancoraaa. Tutte le mattine andavo a buttarmi nel mare. La mia pelle bruciava e il mio naso si spellava. Le zanzare la notte non mi cagavano, il mio sangue non era tanto buono, ma non si dormiva lo stesso per il caldo. Quell’anno è entrato nella mia testa il concetto di Nord.

Posso dire che gli Ace of Base, in tutto questo, hanno giocato un ruolo mica tanto marginale.

Il concetto del Nord.

Per il rafeli bambino andare al nord significava andare in Abruzzo. Ma anche Bari era andare al Nord, in un certo senso. Volendo, anche la Calabria era Nord, perché c’erano le montagne. Dato che più a sud del mio paese non si poteva andare, ogni luogo era nord. Noi eravamo a sud di tutto. Noi eravamo, di conseguenza, alla periferia di tutto.

Quell’estate, avendo preso atto che esisteva un paese chiamato Svezia dove le donne erano alte e in grossa percentuale anche carine, preso atto che nello spazio dal mio paesello fino alla Svezia erano compresi tanti ma tanti paeselli ma anche grosse città e intere nazioni, preso atto che già per arrivare a Bari dal mio paesello col treno ci impiegavi tre ore…preso atto che le mie compagne di scuola delle medie  con l’apparecchio ai denti assomigliavano molto poco alle cantanti degli Ace of Base… Quell’ estate, dicevo, è entrato nella mia testa il concetto di periferia.

La periferia.

Io vivevo in Italia, e questo lo sapevo perché se accendevi la tv trovavi Domenica In.  Io però vivevo esattamente in SUD Italia, che è la periferia dell’Italia. Nel contesto del sud Italia, non venivo mica dalla Campania, che è a due passi dalla capitale. No, io venivo dalla Puglia. E nel contesto della Puglia, io venivo esattamente dalla provincia più a sud della Puglia, la più a sud di tutte,quindi dalla periferia, da Lecce. Ma mica da Lecce, Lecce. Magari. Io venivo dalla provincia, dai bordi, dalla periferia. Dal paesello. Nel mio paesello ovviamente vivevo in periferia, in campagna. Anche in casa vivevo in periferia, la mia stanza era infatti quella più alla periferia di tutte.

Alle volte mi sentivo un po’ alla periferia anche rispetto a me stesso.

Di conseguenza, sono cresciuto con la smania del centro.

Di stare al centro.Il traffico, le strade, lo smog. La metropolitana. I tram. Le strade, che se esci per andare da qualche parte, ci trovi sempre qualcuno. Al mio paesello dopo le otto non c’era più nessuno per strada. Io a quattordici anni tornavo a casa alle nove. Se invece tornavo alle nove e mezza, mi dicevano che non si poteva andare avanti così, sempre a fare le ore piccole. C’erano troppi motivi per volere il Nord, o per volere il Centro. Sono ancora affetto, da questa smania del centro. Voglio andare a vivere in una stanzetta appena sotto la madunina del Duomo di Milano. Con i piccioni che mi cagano sul davanzale della finestra.Voglio tornare a casa e trovarci una delle cantanti degli Ace of Base- o una che ci assomigli- e poterle dire Sei Bella Come il Solee, Mi Piaci Da Impazziree. Voglio una stanza che sia anche la fermata di una linea di metro. Il conducente deve urlare nel microfono: prossima stazione La Casa di rafeli.

E basta.

About these ads

24 thoughts on “centro, sud, nord e periferia di tutto.

  1. Du kriegst ein LINK,weil du grossartig bist;-) ma me sà che in Germania parli per lo piu inglese,o no?
    tra l’altro sono contento hai lasciato un commento..nell’altro mio blog nn commentavi:-)
    ciaooo viel spass
    Der GURU

  2. …io vorrei sapere quale strana cosa spinge le zanzare a tormentare certa gente e ad altra a non considerarli affatto.
    Anch’io sono della seconda categoria. Sangue amaro?

    Posso dirti che anche a stare nel cuore della pianura padana – verona – non è che ci si senta meno in provincia, in periferia.
    E io le svedesi non le vedo affatto. Forse per via della nebbia.

    E poi a me è sempre piaciuto l’odore della metro.

  3. Uh, capisco benissimo la smania e, nel mio piccolo, ho seguito proprio questa spinta (seppur Milanese e quindi, un po’ meno in periferia, ma forse dipende tutto dall’esser cresciuto dagli 1 ai 9 anni in campagna…chi lo sa?)…nell’estate del ’92 purtroppo però, la mia pubertà era già venuta e se ne era andata…vabbé….

  4. i miei vivievano in centro, poi per farci venire su sani ci hanno trasportati in un paesino i 1500 persone.
    Quaderni.
    cazzo, si chiama proprio quaderni!

    i miei compagni di classe parlavano preferibilmente un’idioma che non capivo ed ho cominciato a sentirmi un’aliena.

    forse è per quello che ad un certo punto ho preso e sono andata a vivere a londra.
    Più centro di così!

    adesso sogno di andare a vivere in puglia….vedi tu…il casino

  5. punti di vista. io quell’estate sognavo di raggiungere l’africa e quel pezzo di cantante nero con le treccine che era il tormentone del momento (assieme alle svedesi).

  6. uau …e io dalla sicilia rientro ancora nella periferia? o_O
    in compenso però mi scambiano per svedese…mi avvicino un pò più al centro così?
    confused.

  7. + Lady R: sarà il sangue amaro, eccheneso, oppure il sangue marcio. Ma è comunque una fortuna.

    + Erba: Danke!

    + Fosca: dove, in Puglia? Sai, è così lunga. Vieni sul tacco?

    + BiancaBlu: era mica quello di “please don’t go” ?

    + Enery : ecco, i siciliani. Solo loro possono capire i salentini.

    +Lise.Charmel: mmm…controllerò. Comunque tutte e due i pezzi erano in Lorenzo 1992. Io ricordo che cantava Ragazzo Fortunato al Festivalbar. Poi, boh.

    + V41eri4: no, dai, facciamo che noi siamo compaesani.

    + Sciroccata: io pure ho provato tutti e due, ma il mio fornaio lo visito solo per le feste.

    Gute Nacht.

  8. beh mi dicono che il salento è il centro del mondo da un po’ di tempo, però veramente sul tacco non ci sono mai stata, magari quest’estate faccio una perlustra!

  9. ma ti rendi conto di come scrivi? è fantastico…scrivi un libro, ti prego, fa qualcosa!!

    Beh, non l’ho mai visto, ma hai presente il titolo del film “caterina va in città?” ecco, io…sebbene abbia vissuto 7 anni all’estero e il resto della vita qui vicino… sono sempre stata in provincia… in mezzo ai boschetti… stile Heidi.

    Poi ho trovato lavoro ‘NAA CAPITALE e come Caterina ho deciso “Claudia va in città”, ho fatto armi e bagagli e mo sto a un passo dalla metro, in mezzo al traffico, con lo smog… MA SONO FELICE COME UNA PASQUA! ;)

  10. aaaahhh, mi hai delinkato delinquente!
    sarai colpito dal malocchio!! non si delinka don franz!! nossignore!

    frank

  11. Ah, sei un salentino!
    finalmente un salentino!
    spero non ti scocci se ogni tanto ti chiederò di tradurmi qualche parole in dialetto.
    p.s.
    Ma sei certo non sia un pomodoro quello sull’avatar?

  12. ahh!! potrei averlo scritto io sto post! gli ace of base, jovanotti, il mare, lecce, il paesello, bari, il nord, la periferia della periferia, il centro della città.. sì sì..

  13. ciao…sto facendo una tesi sullle periferie del mondo…interessante il tuo post…ma di preciso…di dove sei?! :P

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 55 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: