catechismi: ovvero come ho chiuso con la religione.

Partiamo dal fatto che una volta , avevo quattro anni, ho sgamato una suora senza il copricapo da suora.  Questo sarebbe pure bastato, ma poi c’è stato dell’ altro. Eccome.

Il catechismo, per esempio. Ne ho cambiati quattro, di catechismi. E lasciamo perdere che il plurale di catechismo probabilmente non esiste. Io ne ho cambiati quattro perché mi facevo odiare. Io rompevo i coglioni con perizia, in quel luogo di catechesi. Io facevo domande e domande. E non mi rispondevano mai. Io chiedevo “ si ma gli apostoli e bla bla bla poi arriva Gesù e diceva bla bla bla ma questo significa allora che bla bla ? Oppure bla bla bla? “ Come insegnanti di catechismo non ci davano mica il prete. Macchè. Ci piazzavano davanti delle ragazzine di quattro cinque anni più grandi di noi. Io volevo il prete. Lo esigevo. Io volevo rompere i coglioni all’autorità. E loro mi davano in pasto a queste ragazzine. Io chiedevo delucidazioni sugli apostoli e loro mi dicevano” ma, sai , la misericordia, la carità , bla bla bla” . Più o meno le risposte erano sempre quelle. Poi la lezione finiva e le ragazzette mie maestre di carità andavano a ficcare la lingua in bocca ai ragazzetti sul motorino dietro la Chiesa.  Quanto a misericordia, se ne intendevano, loro. Io invece rompevo i coglioni  in modo sistematico, asfissiante. Volevo sapere. Alzavo la mano. Volevo capire. Alzavo la mano, e facevo domande. Oggi un bambino così io lo ucciderei senza problemi. Solo una volta rimasi zitto. Avevo di fianco a me un bambino con i capelli ricci e neri e lerci. Mi voltai dalla sua parte e vidi nel suo orecchio una profusione di cerume incancrenito come mai più mi capitò per tutto il resto della mia vita. Aveva il brodo primordiale, nell’orecchio, e presto la’ dentro si sarebbe creata una nuova forma di vita misericordiosa. Rimasi zitto perché se avessi parlato, se avessi aperto la bocca, avrei vomitato sul tavolo, sul libro aperto alla pagina della vignetta di Mosè con le tavole dei Dieci Comandamenti.

Un giorno fui spedito a seguire delle lezioni “private”. Mia madre si era rotta le palle. Mi mandò da una mia vecchia zia, maestra di catechismo da sempre, a farmi impartire la conoscenza del divino. Eravamo solo io e lei. Io crepavo dal sonno. Luci soffuse, voce flebile, un divano morbidissimo. Mi pizzicavo le ginocchia per tenere gli occhi aperti.

Un giorno ebbi la folgorazione. Alzai la mano ( non serviva, c’ero solo io, ma avevo fatto l’abitudine) e chiesi:

- Adamo ed Eva.-

- Si, dimmi –

- Adamo ed Eva li hanno mandati via dal Paradiso perché si son mangiati la mela, vero?-

- Certo. Da lì è nato il peccato originale. –

- Si si lo so. Quello che voglio sapere è : erano in Paradiso e sono stati spediti sulla Terra, giusto? –

- Certo. –

- E sulla Terra non c’era nessuno. Sono arrivati loro, hanno fatto i figli. –

- Si, infatti. –

- E poi i figli dei figli. E insomma da lì deriviamo tutti noi, vero? –

- Giusto. –

- E la scimmia?-

- Quale scimmia? –

- A scuola mi dicono che discendiamo dalle scimmie. –

Silenzio.

La risposta che segue non è frutto della mia perversa fantasia. E’ la pura realtà. Ci tengo comunque a precisare che si, la mia fantasia è perversa. Tanto. Ma questo è un altro discorso. Torniamo al divano morbidissimo, ad un bambino incazzoso. Alla predicazione del divino.

- Le scimmie. Sai, quello è un modo di dire.- segue lunga inspirazione per conferire tono di solennità-  Significa in pratica che Adamo ed Eva, cacciati dal Paradiso, arrivarono sulla Terra, e iniziarono a vivere in condizioni precarie, nelle campagne, e allora si inselvatichirono a tal punto da sembrare quasi delle scimmie.-

- Sembrare delle scimmie?-

- Già. –

- E dunque così stanno le cose?-

- Già. Ma c’è da dire anche che la misericordia, la carità , bla bla bla. Bla bla bla e poi tieni conto anche che bla bla bla. –

Punto.

Lì smisi anche di pizzicarmi le ginocchia.

About these ads

19 thoughts on “catechismi: ovvero come ho chiuso con la religione.

  1. Conservo un ricordo molto molto simile, cerumoso al punto giusto. Non so esattamente quale collegamento ci sia tra la catechesi ed il cerume, è certo che c’è.

  2. Non ci crederai ma anche io ho avuto lo stesso problema… anzi il mio era ancora piú grosso perché non sapevo in che ordine collocare le scimmie, il Big Bang, Adamo ed Eva e i dinosauri…
    peró ora sono arrivata alla sana conclusione che forse, forse, eva non ha mangiato la mela ma una zampa di dinosauro, si é ammalata di dinosaurite ed é diventata talmente brutta da sembrare una scimmia, nel frattempo Adamo giocando a risiko col serpente ha creato una nuova esclamazione “ho vinto!!! eh eheh…Tié. ho fatto Big bang!”
    É ANDATA COSÍ!

  3. a me piaceva tanto andare al catechismo … mi ricordo che avevamo un libricino “vi ho chiamato amici”, che ogni anno cambiava colore, e lo trovavo molto interessante e poi mi piacevano le preghierine. però non mi facevo tante domande, la prendevo alla leggera, pensavo che gesù fosse un’invenzione un po’ come babbo natale.

  4. Ma la prima volta poi…sulla terra…scimmie…sempre un paio,no?…se no poi una scimmia solo con ki scimmiava??….e se era sola ed era una scimmia maschio quando gli veniva la “scimmia” di quella cosa lì, come faceva??…e comunque un paio di scimmie sulla terra chi ce l’ha messe..mah…mi sa ke mi devo iscrivere di nuovo al catechismo…ma poi non ho capito quella vecchia zia tua è anke zia mia??..non è ke è la zia luigina,no?…vabbè ciao và..CugginoAle

  5. +++LADY-R: il cerume è parte della nostra infanzia, in fondo.

    +++SCHATTENS: non sapevi dove collocare il big bang?

    +++PIA: ma per me è cominciato subito male, mi hanno fatto fare l’asilo dalle suore…

    +++CUGGINO: zia mia e basta. Tu non c’entri niente. Sempre a metterti in mezzo.

    Ieri ho mangiato etiope al ristorante etiope. Si mangia con le mani. E si mangia pesante, porca miseria. Ho dentro di me qualcosa che si muove.
    Probabilmente è un cammello.

  6. Mi viene quasi voglia di insegnare catechismo… a modo mio… alla Briatore, per intenderci…
    io domandai :”Ma Adamo ed Eva fecero i bambini, che erano due maschi (i nomi sono nel mio oblìo), giusto?” e l’insegnamte “giusto” e io “ecco, ma se erano due maschi, e poi sono nati altri figli, chi era la femmina presente?” e lei sileeeeenzio. I bambini si guardavano interrogati, io la fissavo. Aspettavo solo una sua sillaba di tre lettere. Ha cambiato discorso. Ma eo piccolo per tornare al discorso di prima. Raffale, si fa qualcosa queste sett ? Michelag

  7. VI HO CHIAMATO AMICIPia che ricordi… l’avevo dimenticato… la prossima volta che torno dai miei vado a cercarlo: hai ragione, cambiava colore e il carattere diventava più piccolo, forse perché crescendo a noi ci venivano gli occhi più grossi? (o più rossi?)

  8. hàuàhàuàhàuàhàuàuà non ci posso credere!! bella questa tra le tante stronzate che mi hanno raccontato a catechismo questa di tua zia è la migliore!!
    …cmq…no, non sono nervosa ;)
    SMACK

  9. mi hai fatto sbisciare dalle risate ra.il rpoblema credo è che ti vedo da piccolo con i pantaloncini corti.e mmi fa ridere.

  10. Una volta ho chiesto al mio prete perché le donne non possono fare i preti.
    La risposta: “ma sai, le donne, se le metti in una posizione di potere, si montano la testa”.

    Non sono mai stata femminista (anzi), ma questo mi è bastato per non andare più a messa.

  11. mi viene solo voglia di darti un consiglio: prima di confessare certe fesserie….pizzicati i ginocchi che è meglio! Gesù si ama e se ami nella vita non puoi che fare cose belle e crederne di altrettante.la tua è una cosa brutta e scritta peggio ma è la tua e tu se come lei:cerumata.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 58 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: